News

Bologna dice sì a 4 mamme: riconosciuta la “seconda genitorialità”

Bologna si conferma, ancora una volta, città dell’accoglienza e per i diritti. Dopo un mese circa, secondo quanto si legge nelle agenzie e nella stampa locale, dalla «firma dell’atto di nascita di un bimbo appena nato all’interno di una coppia omogenitoriale», il Comune compie adesso un ulteriore passo in avanti nel riconoscimento delle famiglie arcobaleno e, nello specifico, dei diritti dei bambini e delle bambine nate in esse.

Riconoscere i bambini più grandi

Il Comune ha infatti deciso di riconoscere «la “seconda genitorialità” di alcuni bambini più grandi, perché nati negli anni scorsi». La decisione riguarda ben quattro coppie di mamme. Le fonti sono ufficiali e autorevoli: «Il sindaco Virginio Merola, annuncia Palazzo D’Accursio, ha dunque firmato quattro atti di riconoscimento di bambini nati all’interno di coppie omogenitoriali» ben qualche anno prima, e «questo tramite il riconoscimento della “co-genitrice”, in seguito all’autorizzazione da parte della madre biologica».

In controtendenza rispetto al “governo del cambiamento”

Un bel passo in avanti, soprattutto rispetto alle ultime dichiarazioni del ministro della Famiglia Fontana, che ha negato l’esistenza delle coppie omogenitoriali: il “governo del cambiamento” le discrimina, per ora a parole (e si spera sia solo folklore politico), Bologna e la sua giunta invece le riconosce. Concretamente.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Bruciamo tutto”: perché, da maschio, dico che il patriarcato è il problema

Vogliamo parlare di patriarcato? Parliamone.  A inizio anno, a gennaio inoltrato, sono stato invitato a…

23 Novembre 2023

La storia di Andrea, in riva al mare di Sicilia, per raccontare la realtà queer

Una storia che parla di libertà e scoperta di sé. È questa la "poetica" –…

26 Ottobre 2023

LottoxMile, la raccolta fondi per aiutare Milena Cannavacciuolo

«Siamo le amiche e la compagna di Milena. Questo è un appello d’amore per Milena.…

24 Ottobre 2023

Gianni Vattimo, addio al filosofo del “pensiero debole”

È morto ieri in tarda serata, a 87 anni, il filosofo Gianni Vattimo. Una delle…

20 Settembre 2023

Arim 2023, a parco Sempione a Milano la lotta all’HIV a suon di musica

Si terrà il 19 settembre 2023, a Milano, all'Arena Civica di Parco Sempione. Stiamo parlando…

18 Settembre 2023

Cosa significa far parte della comunità Lgbt+

In questi giorni ha fatto scalpore, su ciò che resta di Twitter, lo stato di…

16 Agosto 2023