Categorie: News

Il Belgio ha detto sì all’autodeterminazione delle persone transgender

La Camera dei Rappresentanti del Belgio ha approvato ieri il disegno di legge che permetterà alle persone transgender di cambiare il proprio genere anagrafico sulla base dell’autodeterminazione, senza dover ricorrere all’intervento chirurgico.
La legge è passata con 117 voti a favore e 6 astenuti e sostituisce la vecchia normativa che risale al 2007. Il Belgio è così il sesto paese dell’Ue a riconoscere il diritto all’autodeterminazione delle persone trans ed ad abolire l’obbligo di ricorrere all’intervento chirurgico che, di fatto, comporta la sterilizzazione.
La Camera ha raccolto le indicazioni della Cedu che aveva definito l’obbligo all’operazione una “grave violazione dei diritti umani”.

Legge in vigore da subito

Pur avendo il Belgio un sistema bicamerale, Camera e Senato hanno competenze diverse. La legge approvata ieri, dunque, non dovrà passare anche all’esame del Senato che non ha voce in capitolo su questa materia. Il partito di maggioranza relativa alla Camera è l’Alleanza Neo-Fiamminga, una formazione di centrodestra che detiene il 20 per cento dei voti pari a 33 seggi su 150.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Omofobia: tenta suicidio a 24 anni. Zan: «Scrivere pagine nuove di inclusione»

Un tentato suicidio, per fortuna finito bene grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

8 luglio 2020

Primario omofobo a Varese: quando le cure non sono un servizio ma qualcosa da meritarsi

Cosa ci insegna la storia del chirurgo di Varese, che ha insultato con parole omofobe…

8 luglio 2020

Arriva in Italia il festival europeo dei cori LGBTQ+ (posticipato causa Covid)

Posticipato al 2023. Various Voices, il festival europeo dei cori Lgbtq+, è solo l'ultimo dei…

7 luglio 2020

Le femministe a favore della legge Zan: “Il nemico comune è la misoginia”

"Il testo punisce discriminazioni e violenza. Perché sta divenendo un terreno di scontro così acceso?"

6 luglio 2020

“Contro l’eterofobia”: Facebook censura il video satirico

L'attore: Censurare il video vuol dire dare potere e tempo a chi organizza ingiuste segnalazioni…

5 luglio 2020

Decreto rilancio: 4 milioni per le vittime di omobitransfobia

Il cosiddetto "Decreto rilancio" prevede fondi per le vittime di discriminazioni fondate sull'orientamento sessuale e…

5 luglio 2020