Categorie: News

Bari: “Omofobia, pestaggio animalesco per dimostrare virilità”. Condannati a 2 anni

Sono stati condannati a pene comprese tra i 2 anni e 8 mesi e i 2 anni e 2 mesi di reclusione i tre imputati nel processo sull’aggressione omofoba avvenuta l’8 giugno 2017 in Largo Adua, nel centro di Bari. La condanna è stata emessa dal gup del Tribunale di Bari, Francesco Mattiace.

Il fatto

Come già raccontato da GayPost, la coppia, composta da un barese e dal suo compagno spagnolo in vacanza in Puglia, è stata prima insultata in quanto gay mentre uscivano da un locale. Successivamente picchiata a calci e pugni prima di essere rapinati. L’identificazione è stata possibile grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti nella zona. Nei confronti dei tre minorenni (due ormai maggiorenni) il processo è ancora incorso. Ma per il giudice non c’è dubbio: fu “un pestaggio animalesco” a “sfondo sessista”, un’aggressione crescente: “prima verbale e poi fisica, connessa al ritenuto orientamento sessuale delle vittime”.

Le condanne

Il 28enne Luciano Damiani e il 20enne Domenico Valentino sono stati condannati alla pena di 2 anni e 8 mesi direclusione oltre a 600 euro di multa, il 21enne Raffaele Giammaria a 2 anni e 2 mesi e 480 euro di multa (con pena sospesa), tutti ritenuti responsabili dei reati di rapina e lesionia ggravate. L’accusa aveva chiesto per tutti e tre condanne superiori a 4 anni di reclusione. La sentenza, con motivazioni contestuali, è stata emessa nei giorni scorsi al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato. Le vittime “per paura di ritorsioni” – come da loro dichiarato – non si sono costituite parte civile.

La sentenza: “Brutale pestaggio per dimostrare la superiorità del proprio essere virile”

Nelle motivazioni della sentenza, il gup parla di “brutale e cieco pestaggio a senso unico”, avvenuto “senza pietà” con l’intento da parte dei sette aggressori di “dimostrare la superiorità del proprio essere virile“, di fronte agli “occhi increduli e sconvolti dei passanti che affollavano largo Adua”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Bologna: il Tribunale per i minori segna un altro passo avanti per i diritti dei bimbi arcobaleno

Una famiglia arcobaleno ha ricevuto una sentenza che segna un nuovo passo avanti nella battaglia…

10 luglio 2020

Omofobia: tenta suicidio a 24 anni. Zan: «Scrivere pagine nuove di inclusione»

Un tentato suicidio, per fortuna finito bene grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

8 luglio 2020

Primario omofobo a Varese: quando le cure non sono un servizio ma qualcosa da meritarsi

Cosa ci insegna la storia del chirurgo di Varese, che ha insultato con parole omofobe…

8 luglio 2020

Arriva in Italia il festival europeo dei cori LGBTQ+ (posticipato causa Covid)

Posticipato al 2023. Various Voices, il festival europeo dei cori Lgbtq+, è solo l'ultimo dei…

7 luglio 2020

Le femministe a favore della legge Zan: “Il nemico comune è la misoginia”

"Il testo punisce discriminazioni e violenza. Perché sta divenendo un terreno di scontro così acceso?"

6 luglio 2020

“Contro l’eterofobia”: Facebook censura il video satirico

L'attore: Censurare il video vuol dire dare potere e tempo a chi organizza ingiuste segnalazioni…

5 luglio 2020