Categorie: News

Addio a Lucy Salani, unica donna trans scampata agli orrori dei lager

Si è spenta all’età di 98 anni Lucy Salani, donna transessuale nota per essere stata l’unica persona transgender ad aver vissuto l’orrore dei campi di sterminio nazista e per esserne sopravvissuta. A dare la notizia, il portavoce dei Sentinelli Luca Paladini, recentemente eletto in Lombardia come consigliere regionale.

La deportazione di Lucy Salani a Dachau

Come riporta Open, Lucy era antifascista e «dopo aver disertato sia l’esercito fascista italiano che quello nazista, venne deportata a Dachau nel 1944». Esperienza che l’ha segnata profondamente e il suo ricordo è rimasto indelebile. «Sono già tornata tre volte a Dachau dopo la liberazione» ha dichiarato in un’intervista «e tutte le volte provo una sensazione che non riesco a descrivere. Ho un blocco e mi continuano a scendere le lacrime».

L’orrore dei lager

Lucy Salani continua, nel suo ricordo: «È impossibile dimenticare e perdonare. Ancora alcune notti mi sogno le cose più orrende che ho visto e mi sembra di essere ancora lì dentro e per questo voglio che la gente sappia cosa succedeva nei campi di concentramento perché non accada più». La reduce dai campi di sterminio ricorda «l’interminabile fila di cadaveri ammassati sopra dei carretti pronti per essere cremati. Con i miei occhi ho visto persone vive essere buttate nei forni. Io avevo il compito di mettere delle targhette con i numeri sui cadaveri». 

Il ricordo di Porpora Marcasciano

E grande è il cordoglio, sia nella comunità transgender, sia in quella arcobaleno più in generale. «Notizia triste e dolorosa, Lucy Salani ci ha lasciate» scrive su Facebook Porpora Marcasciano, consigliera comunale a Bologna, la città dove Lucy viveva. «Simbolo incarnato dell’oppressione e della liberazione. Parte importante di una storia del paese, dei tempi, della comunità. Se ora ci sentiamo più sole/i è perche la sua forza ci incoraggiava e ora, lo dobbiamo a lei, la sua storia ci rafforzerà. Grazie grande Lucy, buon viaggio».

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Ignazio Marino, sei ancora un alleato della comunità LGBTQIA+?

Ce lo ricordiamo tutti, Ignazio Marino, allora sindaco di Roma, che trascrive pubblicamente 16 matrimoni…

12 Giugno 2024

Europee 2024, piccoli passi per garantire il diritto di voto alle persone trans

Come a ogni tornata elettorale, e ciò vale anche per le elezioni europee, molte persone…

8 Giugno 2024

Arriva la saga finale di Sailor Moon: il ritorno delle guerriere “transgender”

Una notizia a lungo aspettata dalla fan base italiana: Sailor Moon torna su Netflix, per…

7 Giugno 2024

Enna Pride, la prima volta della marcia arcobaleno nel centro della Sicilia

Ci sono le prime volte, alcune delle quali lasciano un segno indelebile, e l'Enna Pride…

2 Giugno 2024

Padova: il Tribunale dice sì a 35 certificati con due mamme

Il Tribunale di Padova ha rigettato tutte le impugnazioni degli atti di nascita con due…

5 Marzo 2024

“Bruciamo tutto”: perché, da maschio, dico che il patriarcato è il problema

Vogliamo parlare di patriarcato? Parliamone.  A inizio anno, a gennaio inoltrato, sono stato invitato a…

23 Novembre 2023