Categorie: News

Il vincitore delle primarie del partito della sinistra israeliana è il primo leader gay

L’ex parlamentare israeliano Nitzan Horowitz è stato scelto per guidare Meretz  il partito storico della sinistra israeliana, divenendo il primo leader apertamente gay di un partito politico in Israele.

La notizia dopo il ministro gay

Il 54enne, deputato alla Knesset dal 2009 al 2015, ha ricevuto 459 voti rispetto ai 383 voti della leader uscente, Tamar Zandberg. L’elezione di Horowitz arriva poche settimane dopo la nomina di Amir Ohana alla guida del dicastero della Giustizia, il primo ministro omosessuale dichiarato. “Siamo pronti a cooperare con gli altri partiti della sinistra nelle prossime elezioni”, ha affermato l’ex presentatore televisivo, facendo riferimento al voto del 17 settembre. Ad aprile, Meretz era riuscito a superare la soglia di sbarramento del 3,25% e conquistare quattro seggi in Parlamento

“Non trattiamo le persone Lgbt come foglie di fico”

Horowitz, ha inoltre commentato al quotidiano Haaretz il fatto di essere il primo membro della comunità LGBTQ a essere a capo di un partito politico in Israele: “Non è sorprendente che questo avvenga nel nostro partito, sono certo che tra qualche anno questo diventerà una cosa ovvia. Meretz non tratta i membri della comunità LGBTQ come foglie di fico, ma lotta veramente per la nostra libertà di vivere in libertà e avere uguali diritti in questo paese “, ha concluso

Condividi

Articoli recenti

Toilette “gender free”: all’Università di Torino è scontro con i collettivi di destra

L'iniziativa mandata avanti da un collettivo indipendente. Ma la destra nostalgica non ci sta...

6 dicembre 2019

Seattle, 10.000 lucine di Natale arcobaleno contro i vicini bigotti

L'iniziativa di una donna gay-friendly, contro i vicini omofobi. Succede a Seattle, negli USA.

6 dicembre 2019

Boston, giovane uomo aggredito con pala e taglierina perché gay

Un'aggressione immotivata, per le strade di Boston.

6 dicembre 2019

Gran Bretagna, nasce primo bambino da “gravidanza condivisa”

Dalla Gran Bretagna una nuova tecnica, che permette di "condividere" la maternità.

5 dicembre 2019

Vuole comprare un gatto: «Non vendiamo a transessuali». La denuncia

«Evidentemente quando il venditore ha visto la mia foto profilo su WhatsApp, si è indignato, è rimasto sconvolto».

5 dicembre 2019

Lipsia, l’allenatore Nagelsmann a favore del coming out

Un'importante apertura dal mondo del calcio, tradizionalmente ostile al mondo Lgbt+.

5 dicembre 2019