Categorie: News

Atto di nascita dei figli di due gay: la trascrizione di Trento finisce in Cassazione

È a rischio l’ordinanza della Corte d’Appello di Trento che aveva autorizzato la trascrizione dell’atto di nascita di due bambini nati in Canada con Gpa da due padri gay. La Prima Sezione Civile della corte di Cassazione (che si occupa di famiglia) ha ritenuto che ad esprimersi debbano essere le Sezioni Unite.

La questione dell’ordine pubblico

La questione cruciale è l’interpretazione di “ordine pubblico” che finora era stata in favore delle trascrizioni, a prescindere dal modo in cui i bambini erano nati e sulla base del “superiore interesse del minore” a vedere riconosciuta la sua famiglia.
Un’interpretazione che anche la Cassazione aveva fatto sua, nelle due sentenze precedenti su casi simili, ma che ora viene messa in discussione.

Una nuova interpretazione

A rimettere tutto in gioco è una nuova sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione. Esprimendosi su un caso riguardante altra materia, i giudici hanno dato un’interpretazione più restrittiva del concetto di “ordine pubblico” valutando, oltre ai principi stabiliti dalla Costituzione, anche quelli previsti dalle leggi ordinarie.

Tra le leggi ordinarie del nostro paese vi è, infatti quella legge 40 che vieta sia la gestazione per altri sia la fecondazione eterologa per le coppie lesbiche.

Cosa potrebbe cambiare

Finora i giudici di tutti i gradi non avevano ritenuto determinante il modo in cui i bambini erano venuti al mondo per decidere la trascrizione degli atti di nascita. Ma le cose potrebbero cambiare se le Sezioni Riunite decideranno di considerare anche quanto stabilito dalla legge sulla fecondazione assistita.

Difficilmente, infatti, un sindaco o un tribunale potranno trascrivere un atto di nascita di un bambino figlio di una coppia omosessuale nato all’estero se la Cassazione stabilirà che questo è contrario all’ordine pubblico.

La stepchild adoption rimane fuori

Diverso rimane il discorso delle stepchild adoption. In questi casi, infatti, il secondo genitore di fatto adotta il figlio e non si chiede la trascrizione dell’atto di nascita originale. In queste situazioni i giudici valuteranno comunque caso per caso e famiglia per famiglia.

Condividi

Articoli recenti

“Istigazione alla violenza sessuale”: Gay Lex denuncia il vicesindaco di Roverè

E' salito sul palco con la maglietta "se non puoi sedurla, sedala". Contro di lui l'esposto di Gay Lex per…

24 agosto 2019 1:47 PM

Due donne trans fermate all’aeroporto di Sharm El Sheikh: non si hanno notizie da 20 ore

Erano partite con due amici per le vacanze a Sharm El Sheikh, ma giunte all'aeroporto egiziano sono state trattenute. Di…

24 agosto 2019 12:38 PM

Giovane trans riceve la riassegnazione di genere: tutta l’emozione in un video

Zach Brookes, un giovane trans inglese, ha filmato il momento in cui ha ricevuto il certificato con la riassegnazione del…

23 agosto 2019 2:33 PM

Florida, eseguita la condanna a morte del “serial killer dei gay”

Gary Ray Bowles si era dichiarato colpevole di sei omicidi, ma era stato condannato per tre. Questa mattina, in Florida,…

23 agosto 2019 1:10 PM

Marta Cartabia, la potenziale prima premier donna d’Italia, è contraria al matrimonio egualitario

Tra i nomi che circolano su chi potrebbe salire a Palazzo Chigi c'è quello di Marta Cartabia, la giudice contraria…

22 agosto 2019 4:09 PM

Il video del presidente della Camera neozelandese che allatta il figlio del collega diventa virale

E' diventata virale l'immagine del presidente della Camera dei Rappresentanti della Nuova Zelanda che allatta il figlio di un collega

22 agosto 2019 3:27 PM