Categorie: News

Bari, il Tribunale smentisce Salvini: “Non può rettificare gli atti di nascita”, quel bimbo ha due mamme

Il Ministero si era opposto, ma il Tribunale ha, di fatto, dato ragione al Comune di Bari e alle due mamme: l’atto di nascita del loro bambino, nato in Inghilterra, può essere trascritto con il nome di entrambe le donne.
Per il Tribunale di Bari il procedimento è “estinto” in considerazione del fatto che anche la Procura di Bari ha rinunciato a procedere.
Per i giudici di Bari “il Ministero dell’Interno non può considerarsi legittimato all’azione di rettificazione degli atti dello Stato Civile”.
La Procura di Bari aveva chiesto, in un primo momento, la cancellazione dell’atto. Poi, però, aveva revocato la richiesta.

L’intervento del ministero

A quel punto era intervenuto il Ministero guidato da Matteo Salvini. Secondo il Viminale, “la cittadinanza italiana si acquista iure sanguinis, per nascita da padre o da madre italiani”.
Il bambino figlio delle due donne, però, è stato partorito dalla madre britannica, unita civilmente con una donna italiana. Questo era motivo sufficiente, per il Ministero, per negargli la cittadinanza e, quindi, la trascrizione dell’atto di nascita in cui si riportano entrambi i nomi delle sue mamme.
Di fatto il Tribunale non si è espresso nel merito della trascrizione, ma dichiarando decaduto il procedimento la ha di fatto resa valida.
Al processo si erano costituiti parte civile il Comune di Bari, convinto della correttezza della trascrizione, e l’Avvocatura per i diritti LGBT – Rete Lenford.

Condividi

Articoli recenti

L’unione falla forse sbarca nella Capitale: giovedì 20, al cinema Farnese

Arriva al cinema Farnese l'ultima fatica del regista pugliese Fabio Leli. Seguirà il dibattito.

16 giugno 2019 3:23 PM

Venezia cambia idea: sulla carta d’identità Anna ha due mamme

"Genitori": così le due mamme di Anna risultano anche sulla sua carta d'identità, a dispetto del decreto Salvini

15 giugno 2019 12:00 PM

Sesto sabato di Pride: oggi in piazza Genova, Torino, Vrese, Vicenza, Brescia e Avellino

Ancora pride in sei piazze italiane. Per il sesto sabato di seguito la comunità lgbt+ italiana marcerà per chiedere diritti…

15 giugno 2019 10:00 AM

“Troia da quattro soldi”, Giuditta Pini (Pd) querela la Misoginia di Stato della Lega

«È intollerabile che le donne debbano subire questo trattamento» il commento della deputata.

14 giugno 2019 4:48 PM

Piemonte Pride: in bilico il sostegno per il 2020 da parte della Regione

Viene confermato per il 2019 il sostegno economico della Regione al Torino e Piemonte Pride per il 2019. In bilico…

14 giugno 2019 11:01 AM

Il Brasile decreta “provvisoriamente” l’omofobia reato. Riprende il dibattito

La Corte Suprema del Brasile ha deciso - con otto voti contro tre - di rendere reato penale l'omofobia, un…

14 giugno 2019 9:51 AM