Categorie: News

Parma: Pizzarotti riconosce i figli di tre coppie di mamme

Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti ha registrato ieri quattro bimbi figli di coppie omogenitoriali riconoscendo per tutti loro entrambi i genitori.
Le tre coppie di mamme, per una delle quali sono stati registrati due figli, sono tutte socie dell’associazione Famiglie Arcobaleno e sono state assistite dagli avvocati Michele Giarratano e Fulvia Casagrande.

“Oggi è una data che non dimenticherò facilmente – ha scritto Pizzarotti sulla sua pagina Facebook -: ho sottoscritto il riconoscimento di figli di coppie omogenitoriali”.

“Donare felicità e amore non può e non deve essere rivoluzionario – continua il sindaco di Parma -. Quando la società corre più veloce della politica, è la politica a doversi adeguare ai cambiamenti della società, con il pensiero rivolto sempre verso i diritti della persona. Un diritto in più per un bambino o bambina, per una coppia che si vuole bene, non può e non deve essere visto come un torto per altri. Quando c’è amore la necessità è più forte di qualsiasi altra cosa. #Parma è ancora una volta città dei diritti e della civiltà”.

Parma ha dunque scelto di unirsi all’elenco dei comuni che, pur in assenza di leggi specifiche, decidono di riconoscere ai bambini delle coppie dello stesso sesso gli stessi diritti dei figli delle coppie eterosessuali. Un elenco che si allunga di giorno in giorno ma di cui il governo non sembra voler tenere conto.

Condividi

Articoli recenti

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020

Bonetti: “Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma”

Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma. Lo ha dichiarato la ministra della Famiglia Elena…

18 gennaio 2020