Categorie: News

In Italia si fa sesso prima e senza preservativo. Infezioni in aumento del 400%

In Italia si fa sesso sempre prima e si contraggono infezioni trasmissibili per le scarse o nulle precauzioni.
Lo dichiara in occasione del 24° Congresso mondiale di dermatologia a Milano Aldo Morrone, dermatologo tropicalista, direttore scientifico dell’Istituto Irccs San Gallicano.

Incremento sifilide del 400%

«Tra il 2010 e il 2018 si assiste a un netto aumento dei casi di persone con un’infezione sessualmente trasmissibile. Raddoppia, tra il 1991 e il 2018, anche il numero di stranieri con una malattia confermata e in atto. Inoltre, si registra un incremento generalizzato sino al 400%, in diversi centri, dei casi di sifilide. Ma a destare grande preoccupazione è soprattutto l’incidenza delle infezioni sessualmente trasmissibili tra i giovanissimi.

Colpa di una mancata educazione

«Gli adolescenti sempre di più fanno sesso precocemente, senza un’adeguata consapevolezza e conoscenza del proprio corpo: il 15% già tra i 13 e i 14 anni. L’incremento che si osserva tra questi ragazzi è dovuto anche alla promiscuità, all’utilizzo errato o mancato del preservativo», ha affermato Morrone, sottolineando che spesso i ragazzi sottovalutano il rischio che le infezioni sessualmente trasmesse possano determinare sterilità o diventare un fattore predisponente allo sviluppo di tumori.
«Se si considera che non tutti i pazienti si rivolgono a strutture pubbliche – ha sottolineato l’esperto – ci sono validi motivi per non sottovalutare il fenomeno».

Condividi

Articoli recenti

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020