Categorie: News

Gran Bretagna, nasce primo bambino da “gravidanza condivisa”

È nato il primo bambino da una “gravidanza condivisa”: il piccolo Otis, nato due mesi fa in Gran Bretagna, è tecnicamente figlio biologico di entrambe le madri. È il primo caso in Europa.

GRAVIDANZA CONDIVISA

Quando Jasmin Francis-Smith, 28 anni e infermiera odontoiatrica, e sua moglie Donna, 30 e ufficiale dell’esercito, hanno deciso di avere un figlio, hanno deciso di affidarsi a questa nuova tecnica sperimentale. Prima di essere impiantato nell’utero di Jasmine, l’embrione di Otis è stato incubato per ben 18 ore in quello di Donna. Tecnicamente, anche se per poche ore, entrambe le donne hanno portato avanti la gravidanza.

COME È AVVENUTA TECNICAMENTE

Le due mamme

La procedura è stata eseguita alla London Women’s Clinic e permette un’incubazione all’interno del corpo utilizzando una tecnologia per la fecondazione in vivo sviluppata dall’azienda svizzera Anecova. Al contrario delle comuni tecniche di fecondazione che prevedono che gli ovuli fecondati siano conservati in colture extracorporee per far sviluppare gli embrioni e solo successivamente impiantati, il nuovo procedimento consente di inserire nell’utero una capsula in miniatura che ne permetta l’incubazione.

« CI FA SENTIRE ALLA PARI»

Al Telegraph Jasmin ha raccontato: «Questa procedura ci ha fatte sentire alla pari in tutto il processo e più vicine. Evita che una delle due abbia più legami con il bambino dell’altra». Per la legge britannica sono entrambe madri del bambino. Per la biologia anche.

Condividi

Articoli recenti

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020

Bonetti: “Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma”

Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma. Lo ha dichiarato la ministra della Famiglia Elena…

18 gennaio 2020

Potenza, aggredita ragazza: “Vuoi fare il maschio? Le persone come te devono morire”

Aggredita mentre camminava per strada, insultata e pestata a suon di pugni. E' a Giulia Ventura, una trentenne di Potenza…

18 gennaio 2020

“Cosa succede quando dico a qualcuno che sono demisessuale”

Riceviamo e pubblichiamo la storia di F.G. un ragazzo demisessuale.

16 gennaio 2020