Categorie: News

L’Etiopia blocca un viaggio organizzato da un’agenzia Lgbt: “Violano le nostre leggi”

Gruppi religiosi etiopici hanno chiesto al governo di bloccare un viaggio organizzato da un’agenzia americana specializzata in tour Lgbt.

La protesta

Lo scrive la Bbc. In particolare, la protesta è scattata quando è emerso che l’itinerario proposto per ottobre dalla Toto Tours prevedeva la visita a diversi siti religiosi. Molti etiopi sono profondamente religiosi e condannano l’omosessualità, per altro vietata dalle leggi nazionali con pene fino a 15 anni di carcere.

Le minacce al tour operator

Il proprietario della Toto Tours ha detto alla Bbc che l’azienda ha ricevuto numerosi messaggi minacciosi e carichi d’odio sui social media. “Noi siamo persone umili e amabili, non pensiamo di danneggiare nessuno, niente di quel che facciamo arreca danni a qualcuno. Eppure ci minacciano”, ha dichiarato Dan Ware, ammettendo di aver paura e chiedendo “cautela” al ministero del Turismo di Addis Abeba.
“Avremo tutti gli occhi puntati addosso quando arriveremo, e qualsiasi cosa ci accada, si rifletterà con forza sulla cultura dell’Etiopia e sulla sua industria del turismo”.

“La nostra religione condanna l’omosessualità”

Dereje Negash, presidente di Selestu Me’et, un’associazione di chiese ortodosse etiopi, ha detto che il governo “dovrebbe impedire a questo gruppo di entrare nel paese e visitare i sacri siti. Non dovrebbero lasciare il loro segno, la nostra religione condanna questi atti, ed è una vergogna”. L’itinerario del viaggio include Bahir Dar, un centro di misticismo cristiano, e Lalibela, celebre per le sue antiche chiese scavate nella roccia, entrambi nella regione di Amhara, nel nord dell’Etiopia. Essendo l’omosessualità illegale, hanno aggiunto, il tour operator violerebbe “le leggi del paese”.

Condividi

Articoli recenti

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020