Categorie: Cool

In cucina con l’arcobaleno, ricetta “in arancione”: pasta ai peperoni

Ed ecco la nostra seconda ricetta. Ieri vi abbiamo presentato un secondo, oggi al contrario – sarà il gender che ci devia? Chissà… – proponiamo un primo piatto. Una pasta molto semplice da realizzare, non molto calorica, molto saporita e delicata allo stesso tempo e dal successo garantito: le farfalle con sugo di peperoni. Il colore di oggi è l’arancione, che otterremo grazie alla combinazione del rosso degli ortaggi col bianco del formaggio. Ma vediamo come si prepara questa ricetta.

Gli ingredienti della ricetta

Ecco cosa serve per questa ricetta, calcolata per 4 persone : 400 grammi di pasta (meglio penne rigate, in alternativa farfalle o comunque pasta corta a vostra scelta), tre peperoni rossi medio-grandi, mezza cipolla (preferibilmente rossa), 200 grammi ricotta, 100 grammi di parmigiano reggiano grattugiato, sale, una punta di peperoncino macinato (facoltativo) e granella di pistacchio (anche questa facoltativa).

Come prepara il sugo

Pasta ai peperoni

Lavare bene i peperoni, mondarli dei semi e del peduncolo, liberarli dai filamenti bianchi interni e tagliarli a pezzi. In una casseruola cuocerli con poca acqua. Se preferite, è indicato anche cuocerli al vapore. Quando saranno cotti, scolarli e lasciarli raffreddare. Soffriggere la cipolla, tagliata a strisce, e quando sarà dorata passare su carta assorbente e lasciar raffreddare. Mettere dunque le verdure in un frullatore, ottenendo così una salsa spumosa e profumata. Aggiungere quindi la ricotta e il parmigiano, frullare ancora e quando il composto sarà omogeneo e spumoso, il sugo è pronto. Si può aggiungere un pizzico di peperoncino, se si vuole un gusto lievemente piccante.

Preparare e condire la pasta

Cuocere la pasta, a seconda delle proprie preferenze (si consiglia una cottura al dente). Scolarla, lasciando da parte un po’ di brodo di cottura del quantitativo di una tazzina da caffè. Nel frattempo, si sarà scaldato il sugo ai peperoni, per pochi minuti a fiamma bassa. Se è venuto troppo asciutto, si potrà usare l’acqua di cottura della pasta per renderlo più liquido. Nella stessa pentola, quindi, unire le penne o le farfalle col sugo. Mescolare bene e servire ben caldo. Si potrà aggiungere, se lo si desidera, della granella di pistacchio per rendere ancora più colorata la portata.

Varianti della ricetta

Una variante può essere fatta con la panna, al posto della ricotta. In tal caso, assaggiate e salate se necessario. La panna può diluire molto il gusto dei peperoni. Sempre un’altra variante può essere fatta friggendo le verdure, ottenendo un sapore più deciso (ma ne risente l’aggravio calorico). Si possono, infine, usare peperoni di altro colore, dal verde al giallo, ottenendo così altri colori di sicuro effetto per la vostra portata.

A domani, con una nuova ricetta arcobaleno.

Condividi

Articoli recenti

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020