Categorie: News

Padova: spedizione punitiva della famiglia contro un ragazzo gay e il fidanzato

Se Shakespeare rinascesse oggi, il suo “Romeo e Giulietta” avrebbe come protagonisti due ragazzi gay il cui amore è osteggiato dalle famiglie.
Sabato scorso, a Padova, in zona Prato della Valle, è scoppiata una rissa tra le famiglie di due ragazzi “colpevoli” di essersi innamorati.
I due ragazzi, poco meno che trentenni, avevano deciso di fare coming out e dichiarare la loro omosessualità e la loro relazione. Ma le famiglie hanno reagito nel modo peggiore possibile. Tre cugini di uno dei due ragazzi hanno pensato di “lavare l’onta” aggredendo il giovane fidanzato del parente. Lo hanno così accoltellato e il ragazzo è finito in ospedale.
La prognosi è di 15 giorni.
A quel punto è scoppiata la rissa tra le famiglie alla fine della quale sono state tre le persone ricoverate, tra cui uno dei poliziotti intervenuti per porre fine alla lite. Il poliziotto era arrivato in ospedale dove, mentre il ragazzo aspettava di essere curato insieme al fidanzato, sono arrivati altri parenti per aggredire il giovane. L’agente se la caverà con 5 giorni di prognosi.
A chiamare la polizia sono stati i passanti che si sono ritrovati davanti la scena: gli insulti, le minacce, poi il furto di telefono e portafogli e infine le coltellate.
I due ragazzi e le loro famiglie sono di origine tunisina. I giovani, secondo quanto riporta la stama locale, erano venuti in Italia per vivere liberamente dato che nel loro paese vige una legge che puisce le relazioni tra uomini con il carcere fino a 3 anni.
Dai controlli della polizia è emerso che tutte le persone coinvolte sono irregolarmente in Italia e per questo ora rischiano l’espulsione.
L’aggressore, arrestato, dovrà rispondere di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

(foto: Pacific Standard – Stories of forbidden love)

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Torino candidata per ospitare l’Epoa 2021: la prima volta per una città italiana

L'annuncio da parte del Coordinamento Torino Pride. E c'è il supporto di Roma e Milano.

30 settembre 2020

Legge Zan, si comincia il 20 ottobre: “Approviamola il 22”

"La discussione inizierà il 20 ottobre per approvare la legge il 22". Così, durante una…

30 settembre 2020

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020