Categorie: News

“B-Pride”. Da Bari il protocollo della CGIL contro la discriminazione di genere

A Bari nasce “B- PRIDE”. Un protocollo che intende combattere le discriminazioni sul luogo di lavoro legate all’orientamento sessuale o identità di genere.

Il protocollo nato dalla forza di Anita

La necessità di rendere concrete misure anti discriminatorie nasce dalla storia di Anita, una ragazza transessuale discriminata sul lavoro dove è stata insultata e cacciata perché ha indossato una smalto di colore rosa sulle unghie delle mani. Contro di lei pesanti offese che però non l’hanno scalfita, ha combattuto ed è stata risarcita dall’impresa per cui lavorava come lavapiatti.

“In assenza di politiche Cgil scende in campo”

La sigla del protocollo di intesa è prevista domani, nella sede della Cgil a Bari. A firmarlo saranno non solo Gigia Bucci -segretario Cgil Bari, Titti de Simone – consigliera politica del Governatore Michele Emiliano ma anche rappresentanti di Arcigay e Famiglie arcobaleno. “In assenza di politiche vere sul tema del lavoro ogni pretesto è buono per fare discriminazioni. È di fronte alla discriminazioni la Cgil scende in campo non solo con uno sportello che difenda questi lavoratori ma intende essere loro vicini e farli sentire accolti e tutelati“, spiega all’agenzia Dire il segretario della Cgil Bari, Gigia Bucci.

Condividi

Articoli recenti

La denuncia: “L’Egitto approfitta del coronavirus per isolare Zaki: non abbandoniamolo”

Tra gli effetti collaterali dell'attenzione estrema sul fenomeno coronavirus in Italia ce n'è uno a cui forse nessuno aveva pensato.…

25 febbraio 2020

Carnevale in Croazia: al rogo manichino di coppia gay con bimbo in braccio

Ferma la condanna del presidente croato. Gli organizzatori rivendicano il gesto: "Siamo conservatori".

25 febbraio 2020

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020