Categorie: News

Augura l’inferno ai gay. La reazione della nazionale di Rugby è quella giusta

La Nazionale australiana di rugby ha deciso di rescindere il contratto di Israel Folau, a seguito di commenti anti-LGBT pubblicati sui social.
“Avvertenza: ubriachi, omosessuali, adulteri, bugiardi, fornicatori, ladri, atei, idolatri, l’inferno vi aspetta, solo Gesù salva”, queste le frasi racchiuse in una foto postata dall’australiano su Instagram.

Il post

Classe 1989, finalista nella Coppa del Mondo 2008 di rugby a 13 e in quella 2015 di rugby a 15 (perse entrambe con la Nuova Zelanda), e vincitore di un Super Rugby nel 2014 con i Waratahs, Isreal non farà più parte della Nazionale gialloverde.

Il comunicato della Nazionale

Il comunicato della nazionale è un esempio di quello che vorremmo vedere anche in Italia, quando calciatori o sportivi in generale esprimono opinioni che violano il limite della libertà d’espressione ed entrano nel campo della discriminazione. “Mentre Israel ha diritto alle sue convinzioni religiose, il modo in cui ha espresso queste convinzioni è incoerente con i valori dello sport – ha dichiarato la Nazionale australiana -. Israel non è riuscito a capire che come giocatore dell’Australia e del Nsw Waratahs non può condividere materiale sui social media che condanna, diffama o discrimina le persone sulla base della loro sessualità. Il rugby è uno sport che lavora continuamente per unire le persone. Vogliamo che tutti si sentano sicuri e benvenuti nel nostro gioco e nessuna diffamazione basata su razza, genere, religione o sessualità sia accettabile e nessun linguaggio che isola, divide o offende le persone in base a questi fattori può essere tollerato. Come da codice abbiamo riferito a Israel, formalmente e ripetutamente, che qualsiasi post sui social media o commenti che siano in qualche modo irrispettosi verso le persone a causa della loro sessualità si tradurranno in azioni disciplinari. In assenza di fattori attenuanti convincenti, è nostra intenzione terminare il suo contratto”.

Condividi

Articoli recenti

Brasile, Bolsonaro abolisce un corso universitario per studenti trans*

Il presidente brasiliano, Jair Bolsonaro, ha abolito un corso di ingresso dell'Università di integrazione afro-brasiliana (Unilab) che aveva contenuti specifici…

17 luglio 2019 4:53 PM

Squadrismo su una donna trans: adescata da una coppia etero poi massacrata a sprangate

Una trappola, un assalto squadrista pianificato nei minimi dettagli. La vittima è una trans sex sex worker sudamericana regolarmente soggiornante…

17 luglio 2019 4:30 PM

La Francia riduce il periodo di astinenza imposto alle persone gay per donare il sangue

Il periodo di astinenza di un anno che gli omosessuali attualmente devono rispettare per poter donare il sangue in Francia…

17 luglio 2019 1:12 PM

Addio ad Andrea Camilleri, creatore di Montalbano: sostenne le unioni civili

Ci lascia il padre letterario del commissario Montalbano. Un esempio di grande civismo.

17 luglio 2019 12:26 PM

Sergio Lo Giudice: “E’ ufficiale: i miei figli hanno finalmente due papà”

E' passata in giudicato la sentenza di setpchild adoption presentata dell'ex senatore nei confronti dei figli avuti insieme al marito.

17 luglio 2019 8:45 AM

Meno morti per Aids ma allarme nuovi contagi da Hiv. Unaids: “Volontà politica assente”

Le morti collegate all'Aids sono diminuite a circa 770mila nel 2018, il 33% meno del 2010 quando furono 1,2 milioni…

17 luglio 2019 8:32 AM