Categorie: Cool

5 film per cui vale la pena aspettare l’autunno

Passato Ferragosto si guarda a settembre, ed io, ovviamente, non posso che guardare alla nuova strepitosa e sfavillante stagione cinematografica che con irruenza bussa alle porte.

I film in uscita saranno, come sempre tanti, e chissà che tra essi non si nascondano delle piccole ed interessanti perle a tematica LGBT. Nell’attesa di scoprirlo vi consiglio cinque titoli che, di sicuro, andranno tenuti d’occhio, se non altro, almeno per sapere se avranno una distribuzione italiana.

“Da una storia vera”

Una Mujer Fantastica

Nuovo film del controverso regista cileno Sebastiàn Lelio, presentato in anteprima mondiale alla Berlinale 2017, racconta la storia di Marina, giovane cameriera ed aspirante cantante che vive felicemente la sua relazione con Orlando. In seguito ad un malore, Orlando muore in ospedale e Marina viene additata come colpevole dalla famiglia dell’uomo. Ciò accade perché Marina è una trans e la sua identità sessuale viene percepita come perversione e aberrazione La donna si troverà dunque a dover lottare per difendere i propri diritti e la propria autenticità.

Da una Storia Vera

Se ne è parlato tanto all’epoca di Cannes 70 (2017), perciò vale la pena di consigliarlo: si tratta dell’ultima fatica di Roman Polanski che, ambiguo come d’abitudine, mette in scena una misteriosa relazione tra una scrittrice, minacciata attraverso numerose lettere anonime, e una sua accanita lettrice , che tenta di sedurla, dopo averla invitata a stabilirsi nel suo appartamento.

“Call me by your name”

Call Me by Your Name

Tratto dall’omonimo romanzo di André Aciman e trasposto in film dall’italiano Luca Guadagnino, narra vicende svoltesi nella torrida estate del 1983, quando la vita del diciassettenne Elio viene sconvolta dall’arrivo di Oliver, ventiquattrenne allievo del padre, invitato a trascorrere il periodo estivo nella villa del professore per completare l’elaborazione della tesi di laurea. Tra i due ragazzi, affini per carattere ed interessi, nasce una travolgente passione che, presto, evolverà in innamoramento.

Lola Pater

Anche i grandi pilastri del cinema, come Fanny Ardant, si lasciano avvolgere dal mondo LGBT e accettano ruoli del tutto anticonvenzionali se paragonati a quelli di un’intera carriera. Presentato a Locarno 70 (2017) il film segue le vicende di Nadir, un giovane di origine algerina, che, in seguito alla morte della madre, si mette alla ricerca del padre che lo aveva abbandonato quando era ancora molto piccolo. Il ragazzo, durante le sue ricerche, conosce Lola, insegnante di danza del ventre, che ritiene essere la causa della separazione dei genitori. In realtà Lola si rivela essere il, tanto affannosamente ricercato, padre di Nadir.

“Lola Pater”

The Intervention

Esordio alla regia dell’attrice Clea DuVall (la Wendy fidanzata di Lana Winters in American Horror Story Asylum), presentato in anteprima al Sundance Film Festival 2017, è una commedia sull’amore in tutte le sue forme: quattro coppie, di cui una omosessuale, si riuniscono per passare insieme un weekend qualunque. La piccola vacanza si rivelerà invece una premeditata riunione per far riflettere una delle coppie sull’ormai vicino fallimento del proprio matrimonio.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La denuncia: “L’Egitto approfitta del coronavirus per isolare Zaki: non abbandoniamolo”

Tra gli effetti collaterali dell'attenzione estrema sul fenomeno coronavirus in Italia ce n'è uno a cui forse nessuno aveva pensato.…

25 febbraio 2020

Carnevale in Croazia: al rogo manichino di coppia gay con bimbo in braccio

Ferma la condanna del presidente croato. Gli organizzatori rivendicano il gesto: "Siamo conservatori".

25 febbraio 2020

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020