Categorie: News

Trovato in un lago vicino Roma il corpo di una donna trans scomparsa 50 giorni fa

Il corpo di una donna trans scomparsa 50 giorni fa a Lanuvio è stato ritrovato nel lago di Nemi, ai Castelli Romani. Si tratta di Ximena Garcia, una trentenne di origini argentine la cui scomparsa era stata denunciata dal marito, Stefano.
A segnalare la presenza del corpo è stato un pescatore che lo ha avvistato in mezzo al lago, in località Fiocina.
Secondo quanto riporta Fanpage, il corpo era in avanzato stato di decomposizione, ma i carabinieri non hanno dubbi sul fatto che si tratti proprio di Ximena Garcia. A favorire l’identificazione, un tatuaggio sulla schiena e la sim del cellulare trovato in tasca alla donna.

La denuncia del marito su Facebook

A denunciare la scomparsa della donna era stato il marito con un post su Facebook. “Ciao a tutti. Lei è mia moglie Ximena – aveva scritto l’uomo – per chi non la conoscesse. Vi prego vi chiedo aiuto. Lunedì 22/01 in giornata è uscita da casa e non è più rincasata ha il cellulare spento e non la ha più sentita nessuno. Vi chiedo aiuto, non so più che fare quando andate in giro date una occhiata e guardate se la vedete. Fermatela e ditegli di farsi sentire anche la sua famiglia in argentina è preoccupata. fatemi sapere se la vedete”.

Uscita di casa dopo un litigio con lui

Ora i carabinieri seguono la pista dell’omicidio e si pensa che la morte di Ximena risalga a poche ore dopo la scomparsa, anche se non sono ancora stati effettuati i rilievi del caso sul suo corpo. L’autopsia sarà eseguita oggi. Quello che si sa è che la donna era uscita di casa dopo un litigio proprio con il marito, che è già stato sentito dai carabinieri.

L’appello a “Chi l’ha visto?”

Della sua scomparsa si era occupata anche Federica Sciarelli nella sua trasmissione “Chi l’ha visto?”. Proprio da Rai Tre era partito l’appello della mamma e della sorella di Ximena Garcia che si erano collegate dall’Argentina per chiedere aiuto nelle ricerche della donna.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020