Categorie: News

Salerno: rimosso il cartello “uomo-gay-donna” dallo stabilimento balneare

Il cartello con scritto “uomo-donna-gay” non c’è più. I gestori del lido Uskilla di Ascea (Salerno) lo hanno rimosso dopo le polemiche nate dalla diffusione dell’immagine che lo ritraeva.

“Apprendiamo e rilanciamo che è stato rimosso, già nel pomeriggio di ieri, il cartello con l’indicazione per i bagni che riportava la scritta “uomini-gay” presso il lido di Ascea (SA) su cui ieri eravamo intervenuti – fa sapere in una nota il circolo Arcigay “Marcella Di Folco” di Salerno -. Esprimiamo soddisfazione per la risoluzione di un caso surreale e stravagante che ha suscitato perplessità”.

Il rischio di alimentare discriminazioni

“Siamo ovviamente soddisfatti – aggiunge il presidente Francesco Napoli – e, pur constatando la buona fede, ribadiamo la necessità di prestare la massima attenzione all’uso di linguaggi relativi alle questioni di identità di genere e orientamento sessuale perché, pur senza volerlo, rischiamo di alimentare discriminazioni e linguaggi offensivi”.

“Qui puoi baciare chi vuoi”

“A chi intende sostenere la causa dei diritti lgbti+ e mostrare una propria vicinanza o apertura – prosegue Napoli -, come nel caso dei proprietari del lido Uskillà di Ascea, suggeriamo un cartello contro l’omobitransfobia piuttosto che sottolineare l’identità di genere o l’orientamento sessuale di alcuni”. “Un bel cartello “se sei omofobo qui non puoi entrare”, oppure “qui puoi baciare chi vuoi” – conclude Napoli – sarebbero un bel segnale”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020