Categorie: CoolNews

Rugby: All Blacks “pronti ad accogliere un giocatore gay”

La nazionale neozelandese di rugby maschile degli All Blacks è “assolutamente pronta” ad accogliere in squadra un giocatore gay. A dichiararlo è stato l’amministratore delegato della società Steve Tew proprietaria della squadra commentando gli annunci delle principali autorità sportive del paese secondo cui sarebbe pronta una rielaborazione delle politiche e del sistema per promuovere l’accoglienza di ogni diversità nel mondo dello sport.

E gli All Blacks, noti per essere ben altro che una semplice squadra di rugby, non si sono fatti attendere. Tew ha ricordato, tra l’altro, che è gay anche l’uomo riconosciuto come il miglior arbitro del mondo, Nigel Owens.
“Nessuno sta dicendo che negli All Blacks c’è un giocatore gay – ha detto Tew secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport -, ma un giorno questo potrebbe accadere e io voglio credere che la Nuova Zelanda sia più che pronta, come noi saremmo pronti ad accoglierlo. Parte del nostro lavoro consiste nel nutrire una cultura di squadra creando un ambiente nel quale chiunque possa integrarsi e rendere al massimo delle sue possibilità, in campo e nella vita”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020