Categorie: News

Roma: un monumento per ricordare gay, ebrei e rom perseguitati dal nazifascismo

Un monumento che ricordi le vittime delle persecuzioni nazifasciste: quelle lgbt, quelle ebree e quelle rom, sinti e caminanti. Ad inaugurarlo, a piazza Cinecittà (Roma, è stata la presidente del VII Municipio Monica Lozzi accompagnata dal vicepresidente del Consiglio comunale Enrico Stefano.
All’iniziativa, che si è tenuta lo scorso 1 marzo, hanno aderito il Coordinamento Lazio Trans, il Gaycenter, Arcigay Roma, Agedo, il circolo Mario Mieli, l’Archivio Massimo Consoli e l’associazione Romà Onlus.

Tre donne in memoria delle vittime

“E’ stata un’iniziativa del Municipio – spiega a Gaypost.it Cristina Leo, del Coordinamento Lazio Trans – che già durante la scorsa Settimana contro l’omofobia si era impegnato molto. Ma la particolarità è che tutto è stato possibile grazie all’impegno di tre donne: due trans e una cisgender (la presidente Lozzi, ndr)”.

Svelat@mente

L’opera inaugurata, infatti, si intitola “Svelat@mente” è stata realizzata dall’artista trans Valeria Catania. Tre frecce che puntano verso l’alto, ognuna con il colore che rappresenta la comunità a cui è dedicata e che è stata vittima dell’olocausto: il giallo per gli ebrei, il marrone per i rom e il rosa per gli omosessuali.

Le immagini

Ecco alcune immagini dell’opera e della cerimonia di inaugurazione:

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020