Categorie: Video

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Spopola il video di una rissa che coinvolge due ragazze transgender, a danno dei loro aggressori. Succede in un fast food di Miami: alcuni avventori hanno pensato di poter importunare due donne che erano lì, presumibilmente a consumare come qualsiasi altro cliente. E quello che sembrava uno scherzo divertente, per lo meno ai due uomini, ha avuto per loro risvolti poco piacevoli. Vediamo cosa è successo.

Una scena di “ordinaria” transfobia

Il video – poi rimosso – che è stato condiviso su Facebook da parte di un ragazzo, fa vedere due donne trans sedute a un tavolo. Ad un certo punto, un uomo lì accanto si avvicina, ma viene rimandato al suo posto. Quindi volano alcune parole, tra loro e un altro cliente vicino, che nel frattempo ride e le schernisce. Una delle due donne, quindi, si alza e intima ai due di fare silenzio. Fino a quando, l’uomo sulla destra, la insulta appellandola maricòn, che in spagnolo significa “frocio”. L’altra donna, quindi, perde la pazienza e comincia a picchiare l’energumeno. Da quello che si vede nel video, i due aggressori alla fine hanno la peggio.

Il video della rissa

Ecco il video dell’aggressione:

Quando il tatto e la diplomazia non sono sufficienti…

«Due donne trans hanno picchiato (due) omofobi/transfobici a Miami che hanno continuato a molestarle» racconta così, l’episodio, il ragazzo che ha ripreso la scena e ha condiviso il video sui social. Le due donne, prima «hanno chiesto loro di fermarsi» avvisando anche «di chiamare la polizia. Gli stronzi non le hanno ascoltate». E continua, ancora: «Ne abbiamo abbastanza degli omofobi e di coloro che non ci accettano e non ci rispettano». Ricordando, infine, che «quando la diplomazia e il tatto non sono abbastanza efficaci, pues un madrasos!» (in ispano-americano significherebbe “un ceffone” o più genericamente “fare a botte”, ndr).

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Bologna: il Tribunale per i minori segna un altro passo avanti per i diritti dei bimbi arcobaleno

Una famiglia arcobaleno ha ricevuto una sentenza che segna un nuovo passo avanti nella battaglia…

10 luglio 2020

Omofobia: tenta suicidio a 24 anni. Zan: «Scrivere pagine nuove di inclusione»

Un tentato suicidio, per fortuna finito bene grazie all'intervento delle forze dell'ordine.

8 luglio 2020

Primario omofobo a Varese: quando le cure non sono un servizio ma qualcosa da meritarsi

Cosa ci insegna la storia del chirurgo di Varese, che ha insultato con parole omofobe…

8 luglio 2020

Arriva in Italia il festival europeo dei cori LGBTQ+ (posticipato causa Covid)

Posticipato al 2023. Various Voices, il festival europeo dei cori Lgbtq+, è solo l'ultimo dei…

7 luglio 2020

Le femministe a favore della legge Zan: “Il nemico comune è la misoginia”

"Il testo punisce discriminazioni e violenza. Perché sta divenendo un terreno di scontro così acceso?"

6 luglio 2020

“Contro l’eterofobia”: Facebook censura il video satirico

L'attore: Censurare il video vuol dire dare potere e tempo a chi organizza ingiuste segnalazioni…

5 luglio 2020