Categorie: News

“Omofobi, non indietreggeremo mai”. Così Laura Boldrini premiata da Arcigay Salerno

“Siamo sempre dalla parte di chi non ha ancora l’affermazione di tutti i propri diritti. Agli omofobi e a tutti coloro che vogliono riportarci indietro dico: “Fatevene una ragione perché non ci riuscirete. Noi non indietreggeremo mai; la storia non torna mai indietro. Occupatevi dei problemi degli italiani che forse è arrivato il momento”. Così Laura Boldrini, a Salerno per ricevere il premio “Apollo Mediterraneo”, istituito da Arcigay Marcella Di Folco in occasione del Salerno pride 2019 e del cinquantennale dei moti di Stonewall.

Le motivazioni del premio

Francesco Napoli presidente Arcigay Salerno ha così motivato la consegna del premio all’onorevole Boldrini: “Un onore ed un piacere, un piccolo segno di riconoscenza per la vicinanza al nostro comitato e per l’impegno ed il sacrificio quotidiano dell’onorevole Boldrini – ha spiegato.
Sappiamo quale sia la fatica nel contrastare linguaggi di odio e di divisione e speriamo che sia un gesto di sostegno e di incoraggiamento per continuare. La mostra ed il premio nascono in occasione dei 50 anni di Stonewall ed è la conclusione dell’itinerario del salerno pride 2019. Un ringraziamento alle istituzioni, alle artiste ed agli artisti che hanno voluto dare il proprio contributo” ha concluso Napoli.

“I pride un fiume in piena”

“Da allora abbiamo fatto tanta strada – prosegue la già presidente della Camera dei Deputati, facendo riferimento ai fatti di Stonewall – Oggi abbiamo i Pride che sono un fiume in piena, centinaia di migliaia di persone che vogliono stare vicino alla comunità Lgtbq per una questione di civiltà, per una questione di consapevolezza. Dare i diritti a chi non ce l’ha, non li toglie a chi ce li ha già. Io sono onorata di ricevere un premio per l’azione di sostegno per i diritti di tutti e di tutte”.

“Occupatevi dell’economia”

Tutta questa bagarre sulla Sea Watch 3 è fatta per distogliere l’attenzione sui veri problemi” ha continuato Boldrinisul problema che siamo, forse, e ci auguriamo che non sia così, in una procedura di infrazione, che l’economia va male, è ferma e stagnante, che c’è un problema enorme di disoccupazione e i nostri giovani continuano ad andare all’esterno, che la criminalità organizzata è sempre più presente nel tessuto produttivo del nostro Paese. Invece l’attenzione di tutto il governo è su 42 persone a bordo della Sea Watch 3″.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Torino candidata per ospitare l’Epoa 2021: la prima volta per una città italiana

L'annuncio da parte del Coordinamento Torino Pride. E c'è il supporto di Roma e Milano.

30 settembre 2020

Legge Zan, si comincia il 20 ottobre: “Approviamola il 22”

"La discussione inizierà il 20 ottobre per approvare la legge il 22". Così, durante una…

30 settembre 2020

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020