Categorie: News

Stonewall Inn: Madonna canta a sorpresa, aspettando i 50 anni della rivolta

Una sorpresa per molti e molte sono suoi affezionati fan, ma soprattutto un “fuori programma” dal grande valore simbolico. Madonna, infatti, per Capodanno ha deciso di recarsi allo Stonewall Inn a New York. Il bar in cui è cominciata la rivolta che nel 1969 ha portato la comunità Lgbt della Grande Mela a ribellarsi alle angherie della polizia. Da quel giorno, era la notte tra il 27 e il 28 giugno, ebbe inizio la lotta di liberazione sessuale della gay community nord-americana. Lotta destinata a riverberarsi in tutto il mondo.

Un piccolo omaggio dal sapore simbolico

Da sempre icona gay e molto vicina alla causa Lgbt, Louise Veronica Ciccone ha deciso di regalare alla comunità arcobaleno locale una versione live di Like a prayer. A riportarlo è La Stampa. Simbolicamente parlando, l’esibizione della cantante è stato vissuto come una sorta di start in vista delle numerose celebrazioni per il cinquantenario della rivolta. Celebrazioni che si terranno nel corso di questi mesi e che culmineranno a giugno di quest’anno con il World Pride, previsto proprio nella città da cui tutto ebbe inizio.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Stepchild adoption per una coppia di mamme separate: è la prima volta

Entrambe mamme dei loro gemelli, anche se non sono mai state unite civilmente e, soprattutto,…

23 gennaio 2021

Multietnica, 12 donne su 25 e Lgbt-friendly: ecco la squadra di governo di Joe Biden

Un segretario gay, una ministra nativa americana e il 50% dei componenti sono non bianchi.

22 gennaio 2021

Rivoli, Torino: crociata “no gender” della Lega a scuola, ma docenti e famiglie protestano

Continua l'assurda crociata contro le persone Lgbt+ da parte del partito di Salvini. Succede a…

21 gennaio 2021

Tutele per le persone LGBT+, basta muri e ritorno nel’OMS: così Biden archivia Trump

Rientro nell'OMS, nell'accordo di Parigi sul cambiamento climatico, stop alla costruzione del muro con il…

21 gennaio 2021

Necrologio al maschile per Gianna, donna transgender. Taffo: “Offensivo, rifacciamo noi”

"Per impedire la damnatio memoriae di una persona transgender", dichiara Vladimir Luxuria.

20 gennaio 2021

Il diario di un uomo cisgender, alla scoperta della bellezza nelle differenze

Il libro fotografico di Avarino Caracò, alla ricerca dell'altr* da sé, per riscattare un passato…

20 gennaio 2021