I genitori gay possono essere bravi genitori? Lo studio italiano che risponde a questa domanda

Di ricerche che dimostrino come i figli delle famiglie arcobaleno crescano bene, analogamente a quelle eterosessuali, ne parliamo da anni. Lo studio di Baiocco, Carone e Ioverno è tuttavia qualcosa di unico nel panorama scientifico: non è stato svolto negli Stati Uniti, Paesi Bassi o in qualche altro paese lontano ma ha coinvolto solo famiglie e bambini arcobaleno residenti in Italia.

Il campione era suddiviso in tre gruppi: uno composto da 70 padri gay, il secondo composto da 125 madri lesbiche e, l’ultimo, il gruppo di controllo da 195 genitori eterosessuali. Tutti i bambini presi in esame avevano un’età compresa tra i 3 e gli 11 anni. Per quanto riguarda i piccoli, sono stati presi in considerazione il loro adattamento psicologico e il loro comportamento prosociale. Dei genitori sono invece osservate  le capacità, la flessibilità e la coesione familiare.

Gli omofobi o coloro che, in buona fede, continuano a ripetere “Un bambino ha bisogno di un padre e di una madre”, oggi hanno l’occasione di ricredersi. I risultati dello studio italiano evidenziano che, non solo i figli di coppie dello stesso sesso non hanno più problemi degli altri ma, anzi, i figli dei padri gay e delle madri lesbiche riscontrano meno problemi psicologici rispetto ai figli di genitori eterosessuali.

Scettici all’idea di due genitori uomini, di due papà? A questo proposito, è interessante rilevare che le coppie gay sono quelle che hanno registrano un maggiore livello di coesione e flessibilità familiare: più che fra le lesbiche ed fra gli etero. I risultati hanno inoltre messo in luce come le bambine, indipendentemente dal tipo ti famiglia, sono quelle più prosociali rispetto ai loro coetanei di sesso maschile.

Secondo i ricercatori, è possibile concludere che i bambini con genitori dello stesso sesso crescono “bene sia in termini di adattamento psicologico che di comportamento prosociale”. E aggiungono: “Questo studio mette in guardia i politici dal fare ipotesi sulla base dell’orientamento sessuale su chi siano le persone più adatte di altre a essere genitori o sulle persone a cui si dovrebbe o dovrebbe essere negato l’accesso alle tecniche di procreazione”.

In altre parole, negare alle coppie dello stesso di diventare genitore è una scelta priva di fondamenta scientifiche, bensì squisitamente politica.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020

La stanza dei canarini: l’amore tra Giulia e Adele, una storia tutta schiaffi

«Perché è questo che succede quando due si lasciano. Succede che uno decide di morire…

12 settembre 2020