Categorie: News

Un’altra famiglia arcobaleno riconosciuta da un comune italiano: succede ad Alfonsine

Un altro comune dice sì ad una famiglia arcobaleno, senza l’intervento del tribunale. E’ il piccolo comune di Alfonsine, in provincia di Ravenna che ha registrato all’anagrafe la piccola Anna (nome di fantasia) con entrambe le sue mamme.
Ne dà notizia l’associazione Famiglie Arcobaleno che racconta come le due donne, di 28 e 31 anni, hanno avuto la piccola in Spagna.

“Accolte a braccia aperte”

“Avevamo paura che, trattandosi di un piccolo Comune, potessero esserci dei problemi – spiegano le due mamme -. Invece, dopo che con l’aiuto di un avvocato abbiamo portato a conoscenza degli uffici tutte le sentenze e le decisioni precedenti che rendono possibile questo passo, non ci sono stati problemi e anzi siamo stati accolte a braccia aperte. Ringraziamo soprattutto il sindaco, Mauro Venturi, che ha voluto trascrivere l’atto di nascita personalmente”.
Il sindaco ha dunque trascritto il certificato spagnolo della piccola, che ha ufficialmente due mamme anche per lo Stato italiano.

“Il Parlamento non ignori l’ondata di civiltà”

Finora, l’unico Comune ad aver compilato certificati con due genitori dello stesso sesso per bambini nati in Italia è quello di Torino. Ma Famiglie Arcobaleno ricorda che le sentenze attuali permettono di farlo rispettando in pieno le leggi italiane.
“Sempre più sindaci decidono responsabilmente di iscrivere nei registri dell’anagrafe la realtà delle famiglie Arcobaleno dando sicurezza e diritti ai nostri figli e alle nostre figlie – dichiara Marilena Grassadonia presidente dell’associazione -. Dai Comuni più piccoli a quelli più grandi arriva una ondata di civiltà che il Parlamento non può più permettersi di ignorare. Noi dal canto nostro continueremo la nostra battaglia a fianco di tutti coloro che hanno a cuore il benessere di tutti i bambini e le bambine che vivono in questo paese”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020