Categorie: News

Egitto, intervista un uomo gay: condannato a un anno di carcere

Ha intervistato un uomo dichiaratamente gay, in Egitto, e ha mandato in onda l’intervista: per questo semplice motivo, Mohamed al-Ghiety è stato condannato dal tribunale di Giza a un anno di carcere, ad una multa di tremila lire egiziane e a un periodo di stretta sorveglianza dopo aver scontato la pena in prigione. Lo riferisce l’emittente BBC.

Le accuse al presentatore

Ghiety in tv

Tutto risale all’agosto dello scorso anno. La tv privata Ltc ha mandato in onda un’intervista in cui un ospite, oscurato in viso e sotto anonimato, aveva parlato della sua omosessualità, della sua relazione con il compagno e del mondo della prostituzione maschile in Egitto. Argomenti ritenuti eccessivamente scandalosi e immorali, al punto da essere arrivati alla pesante condanna. Il presentatore è stato perciò portato alla sbarra con l’accusa di promozione dell’omosessualità, istigazione all’immoralità e di disprezzo della religione.

Un regime repressivo contro la libera informazione

La condanna non è tuttavia definitiva e Mohamed al-Ghiety potrebbe ottenere una sospensione della pena dietro il pagamento di un’ulteriore ammenda di mille lire egiziane. Pesanti conseguenze anche per il canale, che è stato oscurato per ben due settimane. E che dimostrano come l’attuale regime egiziano è uno dei più repressivi contro le persone Lgbt e, più in generale, contro la libera informazione.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020