Categorie: News

Diritti a testa alta: in piazza, per celebrare la Dichiarazione dei diritti umani

Saranno moltissime le città che domani celebreranno il settantesimo anniversario della Dichiarazione universale dei Diritti umani: «A partire dalle 18.30 saremo in oltre 80 città italiane, per accendere una candela contro le violazioni dei diritti umani diffuse quotidianamente nel mondo e nel nostro Paese» si legge sul sito di Emergency, una delle organizzazione che ha lanciato l’evento. Durante i raduni, si leggeranno gli articoli della Carta per ribadire «i contenuti e i valori della Dichiarazione universale dei diritti umani che mai come in questo momento sono necessari per riuscire a costruire una società più giusta, basata sui principi dell’uguaglianza e della solidarietà».

Le associazioni e l’appello

La manifestazione “Diritti a testa alta” – si legge ancora – «è un’iniziativa promossa da ActionAid, Amnesty International Italia, Caritas, EMERGENCY, Oxfam». È possibile aderire all’evento: «Per adesioni di associazioni e organizzazioni alla giornata, è possibile scrivere nella bacheca dell’evento Facebook». Nell’appello proposto dalle realtà organizzatrici, arriva per altro una critica molto dura alla situazione attuale: «Nel nostro paese, la negazione nella pratica di questi diritti sta facilitando la diffusione di nuove forme di razzismo, la solidarietà è considerata reato, l’odio per il diverso prevale sullo spirito di fratellanza, l’aiuto viene tacciato di buonismo».

Tutte le piazze italiane che aderiscono

Riportiamo, di seguito, la cartina in cui potrete trovare la piazza a voi più vicina:

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Varese, licenziato primario omofobo: aveva insultato paziente in sala operatoria

Licenziato il medico che ha insultato con frasi omofobi il suo paziente, a Varese

14 agosto 2020

“Dove non siamo stati”, corpo e spazio in Giovanna Cristina Vivinetto

Nell'opera di Giovanna Cristina Vivinetto c'è il cuore pulsante di tutta la poesia possibile

14 agosto 2020

Oltre 50 arresti e pestaggi della polizia contro la comunità lgbt+ in Polonia

>"Le istituzioni internazionali intervengano immediatamente per proteggere i cittadini". E' l'appello disperato di Ilga Europe…

8 agosto 2020

Non serve il ricovero per la pillola abortiva: Tesei smentita dal ministero

Il ministero della Salute fa, finalmente, chiarezza sul ricorso alla Ru486, la cosiddetta pillola abortiva:…

8 agosto 2020

Omofobia al ristorante: si lamentano del servizio, proprietario li insulta

Tre clienti si lamentano per il servizio al ristorante, ma il proprietario li insulta con…

6 agosto 2020

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020