Categorie: NewsVideo

Certi diritti, liberato Yuri Guaiana

“Yuri Guaiana è stato liberato”. Ad annunciarlo è Leonardo Monaco, segretario di Certi Diritti.

L’attivista lgbt, membro del direttivo dell’associazione radicale, si trovava in stato di fermo a Mosca da questa mattina dopo aver tentato di consegnare le firme della petizione contro le violenze in Cecenia.

Yuri Guaiana è stato rilasciato. La nostra richiesta di rispetto dei diritti umani in Cecenia e nel mondo non si fermerà.

Sostieni la nostra Associazione: www.certidiritti.org/donazioni

Posted by Certi Diritti on Thursday, May 11, 2017

Viotti: Russia sempre più ostile. Alfano intervenga sul caso ceceno

“Una bellissima notizia” gioisce Daniele Viotti che aveva richiesto l’intervento di Federica Mogherini. “Ora -prosegue l’eurodeputato- dobbiamo tenere alta l’attenzione per tutti gli altri attivisti russi che erano con lui e di cui ancora non si hanno notizie. La Russia sta diventando un Paese sempre più ostile nei confronti di attivisti, giornalisti e liberi cittadini. L’arresto di Yuri rappresenta un avvertimento a quanti vorrebbero andare in Russia anche solo per incontrare un pubblico ufficiale. Quello che Putin ha detto ai leader europei, cioè di non intromettersi in cose che non li riguardano, si sta trasformando in una minaccia fisica”
Infine, un appello ad Alfano: “Oggi è più che mai necessario che il nostro ministro degli esteri Angelino Alfano trovi il coraggio di denunciare quanto sta avvenendo in Cecenia“.

Condividi
Pubblicato da
Tags: Yuri Guaiana

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020