Categorie: News

Bolsonaro in foto con un uomo implicato nell’omicidio di Marielle Franco

Il presidente del Brasile Jair Bolsonaro è stato fotografato in atteggiamento molto amichevole con un uomo sospettato di essere tra gli assassini di Marielle Franco. E’ la seconda volta che Bolsonaro viene immortalato con una persona implicata nell’omicidio dell’attivista e politica lesbica. A marzo scorso, infatti, era circolata una foto del presidente brasiliano con Élcio Vieira de Queiroz, un ex poliziotto accusato di essere colui che guidava la macchina da cui sono partiti i colpi di pistola che hanno ucciso Marielle.
Come riporta il Guardian, l’arresto di Queiroz ha alimentato la pista secondo cui la donna sarebbe stata uccisa dai paramilitari che controllano alcune aree di Rio de Janeiro. Sono proprio gli ex militari, infatti, a guidare queste formazioni.

La giornalista Glenn Greenwald ha commentato su Twitter: “Nessuna di queste foto significa che Bolsonaro sia coinvolto nell’assassinio di Marielle. Questo è improbabile. Ma mostrano quanto siano interconnessi e stretti i legami della famiglia Bolsonaro con le milizie”.

L’uomo nella foto con Bolsonaro è Josinaldo Lucas Freitas, un istruttore di arti marziali, arrestato giovedì scorso e accusato di avere nascosto le pistole usate nell’omicidio di Marielle gettandole in mare.
Poco dopo l’arresto di Freitas, sono spuntate due foto, pubblicate dal settimanale conservatore Veja. La prima è quella che vedete, con Bolsonaro. La seconda ritrae l’uomo con il figlio di un consigliere di del presidente
Ora gli oppositori di Bolsonaro e alcune associazioni chiedono al presidente delle spiegazioni. “Bolsonaro deve spiegare che tipo di relazione ha con questo signore” ha dichiarato Antônio Carlos Costa, fondatore della ONG di Rio de Paz.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020