Categorie: Politica&diritti

Australia: il sentore conservatore vuole il matrimonio egualitario e cita Angela Merkel e David Cameron

Il giorno in cui l’Australia approverà il matrimonio egualitario potrebbe non essere così lontano. Il senatore Dean Smith, membro del partito liberale e gay dichiarato, già tempo fa disse di essere impegnato in un serie di mosse che avrebbero favorito il raggiungimento di questo obiettivo.
Senatore dal 2012, Smith ha spiegato di avere pronto un disegno di legge sul matrimonio egualitario sul quale sta lavorando dietro le quinte perché venga approvato in questa legislatura.
Il Partito Liberale, dal canto suo, ha da sempre sostenuto che la questione dovesse essere sottoposta al voto pubblico. Una proposta approvata dal Senato lo scorso anno.

Libertà di coscienza, come in Germania

Ora, però, Smith ha chiesto che il partito lasci libertà di coscienza ai suoi rappresentanti. Una proposta che non può richiamare alla mente la decisione presa un paio di settimane fa da Angela Merkel che, pur rimanendo contraria sul piano personale, ma lasciato libertà di coscienza ai suoi. Anche grazie a questa mossa, la legge sul matrimonio egualitario è stata approvata dal Bundestag e, un paio di giorni fa, anche dal Bundesrat.

Un aspetto significativo della visione conservatrice

“Il disegno di legge è importante perché permette al Partito Liberale di rivedere la questione del matrimonio una volta per tutte – ha dichiarato Smith al Sunday Times – e di farlo prima delle prossime elezioni”.
Con una dichiarazione che sembra una citazione dell’allora premier inglese David Cameron, Smith ha aggiunto: “Sono un tradizionalista, quindi preservare le istituzioni, che si tratti della monarchia, della Costituzione, del processo parlamentare o anche del matrimonio, è un aspetto significativo della mia visione conservatrice”.

La strada spianata al disegno di legge

“Il riconoscimento legale del matrimonio tra persone dello stesso sesso – ha dichiarato ancora Smith -, completa e non sminuisce i valori conservatori”.
La proposta di Smith è stata, prevedibilmente, bene accolta dalle associazioni che si battono per i diritti delle persone LGBT
Secondo quanto riporta GayStarnews, il co-presidente di Australian Marriage Equality Alex Greenwich ha dichiarato: “I progessi del senatore Dan Smith verso la legislazione mostrano che la volontà politica di riconoscere l’uguaglianza nel matrimonio in questo parlamento continua a crescere. Il recente supporto unanime e multi-partisan all’interrogazione posta in Senato su questo argomento mostra un percorso chiaro per questa riforma”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

L’appello disperato di Camilla, vittima di lesbofobia: “Possiamo fare qualcosa? Lo Stato non mi aiuta”

Si chiama Camilla Cannoni, a giudicare dalle foto che pubblica sui suoi social, è un'operatrice…

28 ottobre 2020

Legge Zan: Costa presenta di nuovo l’emendamento che fece infuriare la comunità LGBT+

La legge Zan torna questa mattina alla Camera dei Deputati. La discussione per l'approvazione del…

28 ottobre 2020

Legge Zan, Camera: respinte le pregiudiziali di costituzionalità

Superato uno dei primi scogli alla Camera. Prosegue il dibattito sulla legge Zan.

27 ottobre 2020

Legge Zan, domani si torna in aula: la maggioranza presenta 7 emendamenti

La maggioranza presenterà sette emendamenti alla legge Zan che ritorna in aula domani pomeriggio. "I…

26 ottobre 2020

Paura di volare: il libro che fa la storia della prima ondata femminista

Tornano i nostri "libri di fuoco", quei libri che ti toccano l'anima scaldandoli come una…

24 ottobre 2020

Bergoglio: “Sì alle unioni civili, gli omosessuali hanno diritto a essere famiglia”

«Le persone omosessuali hanno il diritto di essere in una famiglia» così papa Francesco.

21 ottobre 2020