Categorie: News

Aggressione omofoba a Massa: prima le offese poi i colpi di casco

Una aggressione omofoba sarebbe avvenuta a Massa, in Toscana, nella notte tra sabato e domenica. A denunciarlo la vittima, tramite i suoi profili social.

IL FATTO

Il ventenne universitario sarebbe stato aggredito in pieno centro a Massa. Racconta che uno sconosciuto lo avrebbe colpito al volto con un casco integrale dopo averlo offeso per la sua omosessualità. Al momento dell’aggressione era in compagnia di una amica.

LE CONSEGUENZE

Secondo quanto riportato dal ragazzo non avrebbe perso i sensi a seguito dell’aggressione, ma di essere semplicemente rimasta stordito e di essere comunque riuscito a raggiungere la sua abitazione. D’accordo con i genitori avrebbe poi cercato cure mediche al pronto soccorso di Massa Carrara, soprattutto per la grossa ecchimosi causata dal colpo ricevuto.

DENUNCIA E TESTIMONI

Sempre tramite i suoi social il ragazzo ha fatto sapere che è sua intenzione denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine. Secondo il suo racconto, tra l’altro, i testimoni del fatto sarebbero molti. Si attendono novità.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Stepchild adoption per una coppia di mamme separate: è la prima volta

Entrambe mamme dei loro gemelli, anche se non sono mai state unite civilmente e, soprattutto,…

23 gennaio 2021

Multietnica, 12 donne su 25 e Lgbt-friendly: ecco la squadra di governo di Joe Biden

Un segretario gay, una ministra nativa americana e il 50% dei componenti sono non bianchi.

22 gennaio 2021

Rivoli, Torino: crociata “no gender” della Lega a scuola, ma docenti e famiglie protestano

Continua l'assurda crociata contro le persone Lgbt+ da parte del partito di Salvini. Succede a…

21 gennaio 2021

Tutele per le persone LGBT+, basta muri e ritorno nel’OMS: così Biden archivia Trump

Rientro nell'OMS, nell'accordo di Parigi sul cambiamento climatico, stop alla costruzione del muro con il…

21 gennaio 2021

Necrologio al maschile per Gianna, donna transgender. Taffo: “Offensivo, rifacciamo noi”

"Per impedire la damnatio memoriae di una persona transgender", dichiara Vladimir Luxuria.

20 gennaio 2021

Il diario di un uomo cisgender, alla scoperta della bellezza nelle differenze

Il libro fotografico di Avarino Caracò, alla ricerca dell'altr* da sé, per riscattare un passato…

20 gennaio 2021