Categorie: Aiuto il gender!

8 dichiarazioni dei pro-life talmente assurde da sembrare Lercio

Ieri sera su Rai2 il programma condotto da Riccardo Iacona “Presa Diretta” ha mandato in onda l’inchiesta di Giulia Bosetti “Dio, Patria e Famiglia”.

Un’analisi precisa sul ddl Pillon e sul mondo pro-life che gira intorno. Anti-lgbt, anti-donna, anti-progresso. Da questo universo fatto di ignoranza, sessismo, omofobia, razzismo abbiamo scelto otto dichiarazioni così assurde da sembrare inventate. Purtroppo sono vere.

  • “Il feticcio più evocato dall’estremismo femminista è la violenza in famiglia. Ma solo quella declinata al maschile. Ma nel contesto separativo quasi sempre la violenza ha le chiavi di casa e porta i tacchi a spillo”
    Vincenzo Spavone, presidente di GESEF (Genitori Separati dai Figli)

Le donne separate o divorziate subiscono violenze fisiche o sessuali in percentuale maggiore rispetto alle altre: il 51,4% contro il 31,5 della media italiana. (dati Istat)

  • “[…] Non trovate strano che in Italia le donne siano soggette a una violenza che non esiste negli altri paesi?”
    Vittorio Vezzetti, pediatra, fondatore dell’associazione “Figli per sempre”

Quella del femminicidio è una piaga mondiale. Nel 2017, lo UNODC ha lanciato la piattaforma di monitoraggio e raccolta dati dei femminicidi in tutto il mondo

  • “L’interesse superiore dei minori sarebbe che i genitori non si separassero. La famiglia non è un affare privatistico, ma un fatto sociale. Da quando le donne hanno acquisito il diritto di separarsi sono diventate più libere e più felici? No. Bisogna fornire delle questioni oggettive per separarsi. Il matrimonio non è basato sull’amore anzi è qualcosa di diverso da una semplice consacrazione dell’amore”.
    Massimiliano Fiorin, avvocato e saggista, già candidato con Il Popolo della Famiglia

 

  • “L’aborto è più grave dello stupro perché è la soppressione del concepito e lo stato non lo tutela semplicemente perché il concepito non può votare.”
    Pietro Guerini, Fondatore comitato referendario No194

 

  • “Bisogna convincere la donna a non abortire. Informare la donna e farle capire che la vita è un grande valore. Perché non lo sa. Le donne hanno tutto il diritto di emergere nella società ma una donna non deve far carriera per forza. In politica quelle brave si contano sulle dite di una mano, la maggior parte sono carrieriste”
    Alberto Zelgher, Consigliere Comunale di Verona Lega

 

  • “Il suo ambito [della donna n.d.r] è quello domestico, familiare e degli affetti privati da cui non è bene che venga strappata. Secondo me sarebbe meglio se si favorisse, attraverso lo stipendio del marito o del padre, la possibilità di un mantenimento più dignitoso della famiglia”
    Maurizio Ruggero Presidente del Sacrum Romanum imperium

 

  • “Le femministe vogliono sovvertire il diritto naturale. La donna è prima di tutto moglie e madre”
    Matteo Castagna fondatore del circolo Critus Rex 

 

  • “Facciamo entrare i musulmani. Che stiano a casa loro. Vogliono riempirci idi musulmani e uccidere i bambini italiani. Le nostre preghiere hanno fatto arrivare Fontana e Pillon, questa è la grazia le preghiere”
    Sostenitore pro-life, membro del comitato referendario No194
Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Stepchild adoption per una coppia di mamme separate: è la prima volta

Entrambe mamme dei loro gemelli, anche se non sono mai state unite civilmente e, soprattutto,…

23 gennaio 2021

Multietnica, 12 donne su 25 e Lgbt-friendly: ecco la squadra di governo di Joe Biden

Un segretario gay, una ministra nativa americana e il 50% dei componenti sono non bianchi.

22 gennaio 2021

Rivoli, Torino: crociata “no gender” della Lega a scuola, ma docenti e famiglie protestano

Continua l'assurda crociata contro le persone Lgbt+ da parte del partito di Salvini. Succede a…

21 gennaio 2021

Tutele per le persone LGBT+, basta muri e ritorno nel’OMS: così Biden archivia Trump

Rientro nell'OMS, nell'accordo di Parigi sul cambiamento climatico, stop alla costruzione del muro con il…

21 gennaio 2021

Necrologio al maschile per Gianna, donna transgender. Taffo: “Offensivo, rifacciamo noi”

"Per impedire la damnatio memoriae di una persona transgender", dichiara Vladimir Luxuria.

20 gennaio 2021

Il diario di un uomo cisgender, alla scoperta della bellezza nelle differenze

Il libro fotografico di Avarino Caracò, alla ricerca dell'altr* da sé, per riscattare un passato…

20 gennaio 2021