Categorie: NewsOnda Pride

“Volete manifestare? Pagate”: la strana richiesta del Comune al Sardegna Pride

Volete il Pride? Dovrete pagare “un costo aggiuntivo per le spese di servizio del personale del corpo.
La richiesta arriva da una comunicazione ufficiale della Polizia Municipale del comune di Cagliari indirizzata all’organizzazione del Sardegna Pride che si terrà il 6 Luglio a Cagliari.

La somma

Secondo quanto pubblicato in un comunicato: l’organizzazione del Sardegna Pride è stata raggiunta da una richiesta secondo cui l’autorizzazione al corteo sarebbe subordinata al pagamento di un costo aggiuntivo (7.540 euro), relativo alle spese di ore di servizio del personale del corpo.

Una richiesta insolita

“Una richiesta insolita” denunciano gli organizzatori “sulla base di una delibera approvata dal Commissario Straordinario Dott. Bruno Carcangiu, il 12 giugno, a pochi giorni dalla scadenza del suo incarico. In seguito a tale provvedimento, per la prima volta in occasione del Sardegna Pride, infatti, verrebbero addebitati i costi per un corteo politico e pubblico, che è invece garantito dalla Costituzione” e aggiungono “L’organizzazione del Sardegna Pride si riserva di tutelarsi in ogni sede”

Gli organizzatori ricordano inoltre che, come nelle edizioni precedenti, il Sardegna Pride è un evento autofinanziato e “ha bisogno del contributo di chiunque creda nei valori della libertà e nei diritti”

Condividi

Articoli recenti

La denuncia: “L’Egitto approfitta del coronavirus per isolare Zaki: non abbandoniamolo”

Tra gli effetti collaterali dell'attenzione estrema sul fenomeno coronavirus in Italia ce n'è uno a cui forse nessuno aveva pensato.…

25 febbraio 2020

Carnevale in Croazia: al rogo manichino di coppia gay con bimbo in braccio

Ferma la condanna del presidente croato. Gli organizzatori rivendicano il gesto: "Siamo conservatori".

25 febbraio 2020

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020