Categorie: News

Quelli di Verona contro Cirinnà ministra: “Governo pericoloso per la famiglia”

Aleggia un certo nervosismo, tra i leader che hanno sfilato al Congresso della famiglia di Verona lo scorso marzo. Nervosismo che si coagula attorno ad un nome: Monica Cirinnà. I rumors di affidare alla paladina delle unioni civili il ministero delle Pari opportunità ha già fatto venire non pochi mal di pancia a chi pensa che esista un solo tipo di famiglia: quella composta da padre, madre e figli. Disconoscendo la molteplice e meravigliosa realtà che sta al di fuori dell’angusto concetto di famiglia “tradizionale”.

Gandolfini: “Governo pericoloso per la difesa della vita”

Non ci sta Gandolfini, leader del Family day: «Nasce il governo più potenzialmente pericoloso per la difesa della vita, della famiglia e della libertà educativa» riporta l’Ansa. «La madrina delle unioni civili ha parlato di un lavoro su eutanasia, liberalizzazione delle droghe, omogenitorialità (leggasi regolamentazione utero in affitto e eterologa per tutti) e la liberticida legge sull’omofobia che mira a mettere il bavaglio a chi dice che i bambini hanno diritto ad un padre e una madre». E minaccia, il leader ultracattolico: «Un esecutivo di minoranza in termini di rappresentanza del sentire del Paese non si azzardi a toccare temi fondamentali per il tessuto sociale e antropologico dell’Italia».

Fontana: “Troveranno punti in comune per legalizzare droghe e adozioni”

Deluso e preoccupato si mostra anche l’ormai ex ministro Fontana, che alla festa della Lega attacca, anche lui, la senatrice dem: «Oggi ho visto un post della Cirinnà» ha dichiarato «in predicato per diventare ministro alle Pari Opportunità, perché la famiglia l’hanno già tolta: poi, o c’è lei o Spadafora. Troveranno dei punti in comune sulle adozioni per tutti e sulla legalizzazione delle droghe». Peccato che entrambi i rappresentanti delle frange più oltranziste della destra clericale dimentichino che questa crisi e il governo che ne è conseguito non è figlio di alcun ribaltone: la situazione è stata determinata proprio da Matteo Salvini. Forse è con lui che dovrebbero prendersela.

Condividi

Articoli recenti

Bonetti: “Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma”

Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma. Lo ha dichiarato la ministra della Famiglia Elena…

18 gennaio 2020

Potenza, aggredita ragazza: “Vuoi fare il maschio? Le persone come te devono morire”

Aggredita mentre camminava per strada, insultata e pestata a suon di pugni. E' a Giulia Ventura, una trentenne di Potenza…

18 gennaio 2020

“Cosa succede quando dico a qualcuno che sono demisessuale”

Riceviamo e pubblichiamo la storia di F.G. un ragazzo demisessuale.

16 gennaio 2020

Regno Unito: trasmissioni di HIV calate del 73 per cento tra gli uomini gay e bisessuali

Secondo quanto riferisce la BBC, nel Regno Unito il numero di diagnosi di HIV è drasticamente calato dal 2014 ad…

16 gennaio 2020

“Le Sardine sbagliano Matteo”: come nasce lo shitstorm in rete

Il portavoce delle Sardine ha criticato Renzi in tv. E le reazioni dei supporter non sono state bellissime...

15 gennaio 2020

Nel mondo le donne lesbiche sono viste più positivamente degli uomini gay: lo rivela uno studio

Secondo uno studio condotto in 23 paesi sia occidentali che orientali, le donne lesbiche subiscono meno pregiudizio degli uomini gay

14 gennaio 2020