Categorie: News

In Usa la Camera annulla il divieto di Trump alle persone trans nell’esercito

La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato ieri un emendamento al bilancio per cancellare il divieto di Donald Trump nei confronti delle persone transgender nell’esercito.

L’emendamento

La Camera ha approvato l’emendamento al National Defense Authorization Act con 242 voti favorevoli contro 187. Compatto il voto dei democratici ai quali si sono uniti 10 repubblicani. L’emendamento porta la firma della democratica Jackie Speier della California: “L’emendamento stabilisce che i militari devono considerare i candidati su standard professionali neutrali rispetto al genere e specialità professionali militari, ma non la selezione non può includere criteri basati sulla razza, il colore, la religione o il sesso (compresa l’identità di genere o l’orientamento sessuale) di un individuo “. L’emendamento prende il nome dal presidente Harry Truman, che emise un ordine per porre fine alla segregazione razziale nell’esercito nel 1948.

Il secondo emendamento

Donald Trump

La Camera ha anche approvato un emendamento sponsorizzato dal democratico Anthony Brown del Maryland, che “richiederebbe alle forze armate statunitensi di riferire al Congresso il numero di persone transgender che hanno tentato di entrare nell’esercito e hanno visto la loro richiesta negata a causa del divieto di Trump”.

Lo scoglio del Senato

Ora l’Assemblea dovrà votare il National Defense Authorization Act nel suo complesso, dopodiché si andrà al Senato, che ha una maggioranza repubblicana. Qui lo scoglio diventa più difficile da superare. Nonostante tutto c’è speranza oltre a tantissima gioia negli attivisti Lgbt

La gioia degli attivisti

“Applaudiamo allo sforzo dimostrato dai membri del Congresso nel voler invertire questa politica che allontana gli americani qualificati e appassionati che vogliono servire il proprio paese”, ha dichiarato Jennifer Levi, direttore del Transgender Rights Project di GLAD. “I leader militari e gli americani vedono questo divieto per quello che è – una discriminazione senza fondamento che indebolisce i nostri militari“.

“La diversità fortifica l’esercito”

“La diversità è una risorsa per le nostre istituzioni e include l’esercito americano” ha aggiunto Shannon Minter, direttore legale presso la NCLR. “Abbiamo visto tutto questo nella storia più volte – attraverso la desegregazione, l’integrazione delle donne e la fine del “Don’t Ask, Don’t Tell”. Permettere alle persone transgender di servire a parità di condizioni nelle forze armate della nostra nazione renderà più forti i nostri militari e la nostra nazione”.

Condividi

Articoli recenti

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020

“Studiava l’omosessualità: voleva screditare l’Egitto”: così la TV egiziana descrive Zaki

"L'omosessualità era l'oggetto del suo studio. Dall'Italia Zaki voleva screditare e attaccare il governo egiziano". Così una televisione egiziana descrive…

14 febbraio 2020

Il coming out di Elly Schlein è perfetto perché non esiste un coming out perfetto

Le persone vanno valutate per quello che fanno e non sulla base di come e quando fanno coming out.

14 febbraio 2020