Categorie: News

Stop a sessismo e stereotipi a scuola: comune di Pisa approva mozione

Ciccio Auletta, consigliere pisano

Approvata oggi a Pisa, in Consiglio comunale, una mozione «a difesa e sostegno dei corsi di educazione alle differenze e contro gli stereopiti di genere» che si svolgono nelle scuole della città e «contro cui il Comitato Famiglia, Scuola, Educazione ha avviato una campagna indegna per la sospensione». Così riporta Ciccio Auletta, già candidato sindaco nella scorsa tornata elettorale e consigliere del comune toscano per la lista “Una Città in Comune – Prc”, sul suo profilo Facebook.

Favorire un clima accogliente a scuola

Per il Consiglio comunale, si legge ancora «una buona scuola deve innanzitutto promuovere una cultura della conoscenza reciproca e del mutuo rispetto» oltre a «favorire un clima accogliente, aperto e sicuro nel quale la convivenza con le differenze possa essere vissuta come valore e contribuire al benessere psicofisico delle singole persone e alla coesione partecipativa della collettività». È questa dunque la filosofia che anima il provvedimento adottato dall’amministrazione cittadina.

I “no gender”? Attaccano la scuola pubblica

Iniziativa a Pisa contro l’omofobia

Attacca, inoltre, il consigliere quelle realtà che si oppongono ai percorsi di educazione alle differenze. Per Auletta infatti essi costituiscono «il primo antidoto contro ogni discriminazione» e favoriscono «il riconoscimento, la riflessione e il superamento di pregiudizi e stereotipi». Per tale ragione, le «iniziative come quelle avvenute a Pisa e che si stanno svolgendo in tutta Italia promosse da parte di Comitati e associazioni contro “la presunta teoria gender”» vanno considerati niente di più che «un attacco alla scuola pubblica, alla sua autonomia e all’autorevolezza degli insegnanti».

Azioni concrete contro stereotipi e pregiudizi

La mozione, oltre a rappresentare un passo importante da parte di un’istituzione in direzione del benessere della popolazione scolastica in aperta opposizione a quei movimenti omofobi che hanno, invece, l’appoggio e la complicità di altre amministrazioni, prevede una serie di iniziative concrete per favorire la lotta a stereotipi, sessismo e omo-transfobia come la realizzazione di percorsi comuni con altre città e corsi di formazione e aggiornamento rivolti a docenti, famiglie e personale educativo.

Condividi

Articoli recenti

Gambiano ottiene lo status di rifugiato perché gay

Ha ottenuto lo status di rifugiato grazie alla sentenza della Corte d'Appello di Trieste secondo cui non è necessario che…

20 agosto 2019 12:29 PM

Eternals, Richard Madden sarà il primo super eroe gay della Marvel

Il film arriverà nelle sale solo a novembre del 2020, ma arrivano le prime indiscrezioni sul cast.

19 agosto 2019 5:30 PM

Mounir Baatour, il sondaggio: il candidato gay in Tunisia fa pieno di voti tra i giovani

Voteresti un candidato gay? La società tunisina sta evolvendo velocemente. Un sondaggio ce lo rivela.

19 agosto 2019 3:19 PM

Trump vuole legalizzare il licenziamento delle persone trans

L'amministrazione Trump ha chiesto alla Corte Suprema di esprimersi sulla possibilità di licenziare le persone trans in quanto tali.

18 agosto 2019 12:02 PM

In cucina con l’arcobaleno, ricetta “in viola”: granita siciliana di gelsi

Concludiamo oggi il nostro breve ricettario arcobaleno. Con una specialità siciliana.

17 agosto 2019 9:30 AM

Salento, omotransfobia alla vigilia del pride: “Froci e trans andate nei vostri posti”

Il buttafuori di un noto lido di Gallipoli si sarebbe rivolto così ad un gruppo di persone in città per…

16 agosto 2019 6:08 PM