La Tunisia vuole abolire l’associazione LGBT ‘Shams: “Va contro i valori islamici”

È guerra aperta tra il governo di Tunisi e l’associazionismo LGBTI. Ad annunciarlo ‘Shams, l’unico gruppo presente sul territorio che lotta per la depenalizzazione dell’omosessualità in Tunisia.

Viola i valori islamici

Il governo tunisino ha fatto appello alla decisione del Tribunale del 23 febbraio 2016 che ne autorizzava l’attività.
Il motivo? Shams violerebbe le norme della legge sulle associazioni e “i valori islamici della società tunisina, che rigetta l’omosessualità e ne proibisce un tale comportamento estraneo”.
Il ricorso del segretario generale del governo si baserebbe sul fatto che la legge tunisina, che punisce l’omosessualità all’articolo 23O del codice penale, proibirebbe di conseguenza anche l’attività di associazioni Lgbt.

HRW: “Immagine della Tunisia compromessa”

L’associazione Shams dovrà presentarsi davanti ai giudici il primo marzo. A difesa si è schierata Human Rights Watch, annunciando che “il governo tunisino dovrebbe fermare il suo tentativo di ricorrere contro una sentenza della corte che conferisce a un’associazione Lgbt il diritto di operare”.
“Se le associazioni che difendono i diritti umani e le minoranze sessuali vengono sciolte o messe a tacere” ha detto Amna Guellali, Human Rights Watch “l’immagine della Tunisia come isola di libertà e democrazia nella regione subirà un grande contraccolpo”.

Condividi

Articoli recenti

La denuncia: “L’Egitto approfitta del coronavirus per isolare Zaki: non abbandoniamolo”

Tra gli effetti collaterali dell'attenzione estrema sul fenomeno coronavirus in Italia ce n'è uno a cui forse nessuno aveva pensato.…

25 febbraio 2020

Carnevale in Croazia: al rogo manichino di coppia gay con bimbo in braccio

Ferma la condanna del presidente croato. Gli organizzatori rivendicano il gesto: "Siamo conservatori".

25 febbraio 2020

Zaki in carcere per altri 15 giorni. Amnesty: “Decisione brutta e crudele”

Patrik Zki rimane in prigione. Nell'attesa udienza di oggi al tribunale di Mansoura, i giudici egiziani hanno deciso di prolungare…

22 febbraio 2020

Legge contro l’omo-transfobia: per Provita & Famiglia non c’è allarme sociale

L'associazione ultracattolica contro la legge in discussione in commissione.

20 febbraio 2020

Cirinnà scrive a Casellati: “Ci autorizzi una missione in Egitto per incontrare Zaky”

"Fateci andare in Egitto a incontrare Patrick Zaky e la sua famiglia". E' questa, in sintesi, la richiesta presentata oggi…

17 febbraio 2020

I giudici hanno deciso: Patrick Zaki resta in prigione

I giudici egiziani hanno respinto la richiesta di scarcerazione di Patrick Zaki, il giovane ricercatore arrestato al rientro dall'Italia dove…

15 febbraio 2020