Categorie: News

Forza Nuova minaccia il Pompei pride: “Vi pigliamo a calci sulle gengive”

“Vi pigliamo a calci sulle gengive (non altrove perché potreste provare piacere)”. Sono queste le minacce che Salvatore Pacella, che sul suo profilo Facebook si definisce “responsabile partenopeo di Forza Nuova”, rivolge ad Arcigay Napoli e al suo presidente Antonello Sannino.
Pacella si riferisce al pride campano che, quest’anno, si svolgerà a Pompei e che è già stato oggetto di diverse polemiche.

Il post con le minacce

Il comunicato ufficiale

Forza Nuova ha diffuso un comunicato ufficiale contro la marcia dell’orgoglio lgbt prevista per il 30 giugno prossimo. L’organizzazione neofascista definisce il pride “uno scenario agghiacciante, paragonabile senz’altro alla distruzione dovuta all’eruzione del Vesuvio del 79”.
Secondo Forza Nuova, la scelta del posto e del giorno sono un vero e proprio affronto alla cristianità per quella che definiscono “una sfilata tra il carnevalesco e il porno”. A Pompei c’è un santuario dedicato alla Madonna, infatti, e il 30 giugno è il giorno in cui si ricordano i primi martiri cristiani.

“Presidieremo il santuario”

Poi promettono: “Il 30 giugno l’intera comunità forzanuovista campana presidierà il Santuario per l’intera giornata, impedendo con ogni mezzo in nostro potere che i circensi delle lobby LGBT, tanto coccolati dall’amministrazione locale che ha dato il benestare a questo scempio con tanto di patrocinio morale, si esibiscano nelle loro volgari e inutili manifestazioni”.
Ed è proprio condividendo il comunicato stampa, ripreso dal sito “La Rampa”, che Pacella lancia le minacce ad Arcigay e a Sannino.

La risposta: “Non ci lasciamo intimorire”

Il presidente di Arcigay Napoli risponde dal suo profilo Facebook. “Intimidazione squadrista fascista da parte di Forza Nuova al Pompei Pride e ad Arcigay Napoli.
Il Pride è una grande festa di civiltà, un corteo pacifico per rivendicare diritti ed eguaglianza – scrive Sannino -. Non ci lasceremo intimorire da chi vuole odio e tristezza. Saremo in piazza in tantissimi e in tantissime il 30 giugno a #Pompei e sarà la più bella risposta all’inciviltà e alla violenza”.

Condividi

Articoli recenti

Rimini: per ordine del Tribunale, il Comune riconosce le due mamme di due bimbi

Il Tribunale di Rimini ha ordinato al Comune di Rimini di correggere l'atto di nascita dei figli di una coppia…

28 gennaio 2020

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020