Categorie: Video

Crozza: “In tribunale, sì ai papà gay: a che serve la politica?” – VIDEO

Quello che in molti ripetono da mesi, ad ogni sentenza del Tribunale per i Minori in favore dell’omogenitorialità di una coppia di persone dello stesso sesso, lo ha sintetizzato con la consueta bravura Maurizio Crozza nella copertina di diMartedì di ieri sera. Partendo, com’era logico, dai fatti di Bruxelles, il comico cita la sentenza romana di qualche giorno fa che per la prima volta ha riconosciuto la capacità genitoriale di una coppia gay acconsentendo all’adozione da parte di uno dei due del figlio biologico dell’altro, avuto tramite la gestazione per altri. “A che serve la politica? – si chiede Crozza -. A che serve Alfano, neanche me lo chiedo più”. Ovvero, quando la politica abdica al proprio ruolo di legislatore e lascia che siano i tribunali a colmare i vuoti legislativi. Ecco il video della copertina di Crozza. La parte sulla sentenza di Roma arriva al minuto 4.00, ma noi vi consigliamo di guardarlo tutto.

Condividi

Articoli recenti

Rimini: per ordine del Tribunale, il Comune riconosce le due mamme di due bimbi

Il Tribunale di Rimini ha ordinato al Comune di Rimini di correggere l'atto di nascita dei figli di una coppia…

28 gennaio 2020

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020