Categorie: News

Cassazione: “Per la legge sulle unioni civili, non si può espellere uno straniero che convive con un italiano”

“La convivenza dello straniero con una cittadina italiana riconosciuta con contratto di convivenza disciplinato dalla legge (quella sulle unioni civili e le convivenze di fatto, ndr) è ostativa all’espulsione a titolo di misura alternativa alla detenzione”. Lo ha deciso la Cassazione con una sentenza pronunciata ieri in cui la Prima Sezione Penale, applicando la legge cosiddetta Cirinnà, equipara la condizione di convivente (o unito/a civilmente) con quella di coniuge estendendo quindi ai partner non comunitari di una convivenza o di una unione civile il diritto a non essere espulsi come pena alternativa al carcere.

La Cassazione ha accolto il ricorso di un cittadino marocchino, colpito da provvedimento di espulsione mentre si trovava in carcere per avere commeso un reato e privo di permesso di soggiorno spiegando che “l’applicazione normativa non può ignorare” la legge sulle unioni civili “giustamente accolta dall’opinione pubblica, dagli operatori e dai teorici del diritto come disciplina epocale, con la quale sono state riconosciute dall’ordinamento statuale e disciplinate positivamente le unioni tra persone dello stesso sesso e, con esse, anche quelle di fatto tra eterosessuali”. L’uomo, un 28enne, convive con una donna italiana e questo, per la Corte, gli vale il riconoscimento dello status familiare previsto dalla legge.

E mentre c’è già chi parla di legge salva-clandestini (quella sulle unioni civili, manco a dirlo) corre l’obbligo di ricordare che lo stesso principio si applica ai non comunitari sposati con cittadini italiani. Si potrebbe commentare che il matrimonio salva i clandestini tanto quanto le unioni civili e le convivenze, ma nessuno, per questo, mette in dubbio l’esistenza dell’istituto matrimoniale.

Condividi

Articoli recenti

Rimini: per ordine del Tribunale, il Comune riconosce le due mamme di due bimbi

Il Tribunale di Rimini ha ordinato al Comune di Rimini di correggere l'atto di nascita dei figli di una coppia…

28 gennaio 2020

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020