Categorie: News

Boston, giovane uomo aggredito con pala e taglierina perché gay

A Boston un uomo gay è stato brutalmente picchiato con una pala e poi sfigurato con una taglierina. È successo martedì scorso e il colpevole è già stato arrestato.

UNA AGGRESSIONE SENZA SENSO

La vittime, un venticinquenne di Boston, ha raccontato agli investigatori che stava passeggiando per strada quando il cinquantottenne Eddie Smith ha cominciato a urlargli contro frasi omofobe. A quel punto Smith avrebbe colpito il venticinquenne alla testa con una pala e successivamente avrebbe tirato fuori la taglierina e gli avrebbe procurato un grosso taglio vicino all’occhio. Quindi l’aggressore se la sarebbe data a gambe lasciando la vittima a terra, sofferente e sanguinante.

L’ARRIVO DELLA POLIZIA

Quando la polizia è arrivata la vittima stava sanguinando abbondantemente dalla ferita alla testa. La polizia di Boston, la sera stessa, ha diffuso su Facebook una dichiarazione: «Gli agenti hanno dato un primo soccorso alla vittima fino all’arrivo dei sanitari. La vittima è stata trasportata in ospedale, ma non è in pericolo di vita». Le ferite riportate hanno richiesto numerosi punti di sutura in viso e sulla testa.

Condividi

Articoli recenti

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020

Bonetti: “Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma”

Le adozioni per le coppie dello stesso sesso non sono in programma. Lo ha dichiarato la ministra della Famiglia Elena…

18 gennaio 2020

Potenza, aggredita ragazza: “Vuoi fare il maschio? Le persone come te devono morire”

Aggredita mentre camminava per strada, insultata e pestata a suon di pugni. E' a Giulia Ventura, una trentenne di Potenza…

18 gennaio 2020

“Cosa succede quando dico a qualcuno che sono demisessuale”

Riceviamo e pubblichiamo la storia di F.G. un ragazzo demisessuale.

16 gennaio 2020