L’appello della sindaca di Barcellona: “Salvini? Un fascista ma l’Italia deve reagire”

Un confronto tra sindaci “che vogliono cambiare l’Europa” quello avvenuto ieri sera in Fondazione Feltrinelli a Milano, tra il primo cittadino Giuseppe Sala e l’omologa di Barcellona Ada Colau.

A pochi mesi dalla ricandidatura alla guida della sua città, la sindaca catalana ha ragionato ampiamente soprattutto sulle Europee di maggio, considerate “la grande sfida per aggiustare la democrazia, che sta vivendo una crisi profonda”.

Maschilismo e omofobia stanno tornando

“Noi cittadini e cittadine dobbiamo salvare l’Europa. Una gestione tecnocratica e l’aumento delle disuguaglianze l’hanno allontanata dalle persone, dimostrando di dare più spazio ai poteri economici che alle libertà dei cittadini – spiega -. Ci troviamo in un momento tragico in cui razzismo, maschilismo e omofobia stanno tornando”. Ma l’emergere dei sovranismi, secondo Colau, non è casuale. “Non hanno semplicemente preso un megafono – spiega -: l’internazionale sovranista ha alle spalle enormi capitali organizzati e che sfruttano la tecnologia“. Un avanzamento che impone anche “a noi democratici di organizzarci, senza cadere nelle provocazioni perché non dobbiamo permettere loro di essere al centro dell’agenda politica. Dobbiamo stimolare la partecipazione vera alla democrazia”.

Nessun dialogo con chi è contro i diritti

A chi le chiede una valutazione sul maggiore rappresentante italiano del sovranismo, il ministro dell’Interno Matteo Salvini, Colau risponde tagliando corto. “E’ un fascista – dice -: è contro i diritti delle donne, quelli Lgbt e infine contro i diritti umani. Per contrastare partiti come il suo bisogna tracciare una linea rossa che non si deve oltrepassare, perché il pluralismo politico in democrazia è sempre gradito, ma non c’è dialogo con chi è contrario ai diritti e alle libertà“.

Condividi

Articoli recenti

Tutti pazzi per il Dolly Parton Challenge – FOTO

Tutto è cominciato con lei, Dolly Parton, che pochi giorni dopo il suo 74esimo compleanno ha pubblicato un suo meme.…

25 gennaio 2020

Rissa a Miami: due donne transgender mettono KO gli aggressori… [VIDEO]

Pensavano di poter importunare due donne MtF impunemente. Ecco come è andata...

24 gennaio 2020

Elezioni regionali in Emilia Romagna: al via la campagna “Io sono, io voto”

La suddivisione dei seggi per sesso e genere è lesiva e discriminatoria: ecco cosa fare, per recarsi al seggio.

24 gennaio 2020

“Zone libere” dalla comunità Lgbt: in Polonia arrivano le leggi antigay

Destra radicale e chiesa cattolica in prima linea contro le persone Lgbt. E scoppiano le violenze in Polonia.

22 gennaio 2020

Giornata della memoria, la comunità Lgbt+ ricorda le sue vittime

Oltre alla deportazione, l’Italia si macchiò anche della vergogna del Confino. Un'opera teatrale lo racconta.

20 gennaio 2020

Sinistra, gestazione per altri e diritti: un cammino lento nella direzione giusta

Riceviamo e pubblichiamo questa interessante riflessione del giurista Angelo Schillaci sul rapporto tra sinistra e diritti, partendo dal ri-acceso dibattito…

19 gennaio 2020