Categorie: News

Verona, il Pd chiarisce: “Sui diritti civili non si arretra”. Ma il video rimane senza capogruppo né coppia gay

“Sui diritti civili non si arretra”. Così il Pd di Verona interviene nella polemica nata ieri dopo che la capogruppo dem al consiglio comunale ha chiesto di essere eliminata da un video elettorale in cui compariva anche una coppia gay unita civilmente.

“Sui diritti lavoriamo da sempre”

“Unioni civili, biotestamento, reato di tortura, legge sul caporalato, codice degli ecoreati, reddito di inclusione: sono tutte riforme a cui sul territorio lavoriamo da ben prima ci fosse data la possibilità di tramutarle in Legge dello Stato in Parlamento – si legge sul sito del Pd veronese -. Tali principi costituiscono pertanto la ragione stessa del nostro agire e della nostra esistenza come comunità politica”.

Nessun accenno a Padovani o al video

Nella nota, però, non si fa cenno esplicito né al video né alle posizioni della capogruppo Padovani. Ieri qualcuno era arrivato a chiederne le dimissioni. “Sui diritti civili non si media e non si arretra – continua ancora il comunicato -. Ci inorgoglisce vedere che dopo tanti anni di lavoro essi siano diventati patrimonio comune di tutti gli italiani”.

Rimane il video modificato

“I diritti civili non si spacchettano – conclude la nota -perché fanno parte di un’unica organica visione che muove gli uomini democratici e le donne democratiche nella costruzione di un futuro migliore per Verona e per il Paese”.
Il video ufficiale, intanto, rimane quello nella versione senza Padovani. E senza la coppia gay che, indignata, ha chiesto di essere cancellata anch’essa in segno di protesta. Neanche una parola, ufficialmente, da Padovani.
Intanto prosegue su Facebook l’iniziativa ironica di Gaypost.it “Tanti amici gay per Carla Padovani”. Cliccate qui per partecipare e seguire l’evento.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Oltre 50 arresti e pestaggi della polizia contro la comunità lgbt+ in Polonia

>"Le istituzioni internazionali intervengano immediatamente per proteggere i cittadini". E' l'appello disperato di Ilga Europe…

8 agosto 2020

Non serve il ricovero per la pillola abortiva: Tesei smentita dal ministero

Il ministero della Salute fa, finalmente, chiarezza sul ricorso alla Ru486, la cosiddetta pillola abortiva:…

8 agosto 2020

Omofobia al ristorante: si lamentano del servizio, proprietario li insulta

Tre clienti si lamentano per il servizio al ristorante, ma il proprietario li insulta con…

6 agosto 2020

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020

Legge Zan oggi alla Camera: la Lega presenta l’eccezione di costituzionalità

Sta per iniziare alla Camera dei Deputati la discussione sulla legge Zan contro le discriminazioni…

3 agosto 2020

L’Atlantide della memoria: “Città sommersa” di Marta Barone

Nella letteratura italiana di oggi si stia tracciando un filone ibrido tra memoria, autobiografia e…

1 agosto 2020