Categorie: News

Usa: il prossimo censimento cancella le persone gay, lesbiche, bisessuali e trans

Il censimento del 2020 degli Stati Uniti d’America non includerà domande che permettano di contare e valutare le condizioni delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transgender. A rivelare la notizia è stato il magazine statunitense Out.com che ha riportato le dichiarazioni dell’ente che si occupa proprio dei censimenti. U.S. Census ha fatto sapere che le domande, inizialmente inserite, sull’orientamento sessuale e l’identità di genere, erano state incluse “erroneamente”. Nell’ultimo report sulla prossima conta dei cittadini d’oltreoceano, infatti, non ci saranno domande per le persone LGBT.
L’unica eccezione riguarda lo stato civile per censire chi è sposato o sposata e chi no. Una domanda che, però, non restituirà un’immagine fedele dell’orientamento sessuale e l’identità di genere dei cittadini e delle cittadine statunitensi.

Le proteste delle associazioni

Le associazioni LGBT hanno denunciato con forza la cosa e accusano l’amministrazione Trump di volere cancellare la comunità.
L’accusa arriva da GLAAD. La presidente, Sarah Ellis, ha dichiarato che in questo modo Trump “aggiunge un nuova, disgustosa, voce alla lunga lista di tattiche adottate per negare legalmente servizi e legittimità al duro lavoro degli americani LGBTQ”.
“Oggi l’amministrazione Trump ha fatto un altro passo per negare la libertà, la giustizia e l’uguaglianza per le persone LGBTQ – ha commentato Meghan Maury, responsabile del Criminal and Economic Project della National LGBTQ Force – scegliendo di escluderci dal censimento 2020 e dall’American Community Survey”.

Perché è importante censire le persone LGBTQ

Le informazioni raccolte con i censimenti servono a permettere ai governi e alle amministrazioni locali di migliorare i servizi, di capire in quali ambiti bisogna intervenire, di approvare nuove leggi che migliorino le condizioni della popolazione. “Se il governo non sa quante persone LGBTQ vivono in una comunità – continua Maury – come può fare il suo lavoro per permettere un accesso giusto ed equo ai diritti, alla protezione e ai servizi di cui abbiamo bisogno?”.
L’associazione Human Rights Campaign ha inoltrato una formale richiesta al Dipartimento responsabile per avere ulteriori chiarimenti.

HRC: “Vogliono negare l’uguaglianza: non funzionerà”

Il presidente di HRC, Chad Griffin, ha diffuso una nota stampa in cui dichiara che “l’amministrazione Trump ha lanciato una campagna per cancellare le persone LGBTQ dai dati federali usati per creare i budget e le politiche del governo”. “Il loro intento – dice Griffin – è chiaro: negandone l’esistenza, l’amministrazione Trump spera di negare l’uguaglianza. Non funzionerà”.
Della cosa si è occupata anche Chelsea Clinton, figlia di Bill e Hilary, che ha affidato ai social network la sua indignazione. “Questo è oltraggioso – ha scritto -. Nessuno dovrebbe essere invisibile in America”.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Torino candidata per ospitare l’Epoa 2021: la prima volta per una città italiana

L'annuncio da parte del Coordinamento Torino Pride. E c'è il supporto di Roma e Milano.

30 settembre 2020

Legge Zan, si comincia il 20 ottobre: “Approviamola il 22”

"La discussione inizierà il 20 ottobre per approvare la legge il 22". Così, durante una…

30 settembre 2020

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020