Categorie: News

Tenta il suicidio in metro: la madre non accettava la sua omosessualità

La madre non accetta la sua omosessualità: è questo il motivo per cui una ventitreenne colombiana ha cercato di suicidarsi a Milano, in metropolitana. Così come riporta l’Ansa «È accaduto il 24 maggio al mattino nella stazione della Linea 1 di San Babila» sebbene la notizia sia stata diffusa solo oggi. «È stata notata mentre si sporgeva con insistenza oltre la linea gialla di sicurezza, mostrando un’agitazione che ha preoccupato due viaggiatori in attesa come lei».

La confessione a due sconosciuti

Ed è a quelle due persone che la giovane donna deve la vita: l’uomo, di quarantotto anni, e la donna, di quarantacinque «si sono avvicinati per chiederle se stesse bene e l’hanno convinta ad allontanarsi dal margine della banchina. Dopo una breve resistenza, la ragazza è scoppiata in lacrime e si è lasciata andare ai due sconosciuti, raccontando di aver pensato al suicidio poiché in continuo conflitto con la madre per il suo orientamento sessuale».

Avvertita la famiglia

La ragazza ha così desistito, forse trovando nel conforto di due sconosciuti ciò che la famiglia le nega per il semplice fatto di essere ciò che è: una donna che si innamora e che prova attrazione fisica per altre donne. La giovane colombiana è stata quindi affidata alle cure sanitarie. La madre è stata avvertita. Chissà che non comprenda quanto sia fortunata che la figlia sia ancora viva. Lesbica o eterosessuale, crediamo fermamente, non dovrebbe poi essere così importante.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La Campania ha approvato la sua legge contro l’omolesbobitransfobia

Un'altra regione dice sì alla legge contro l'omofobia, la transfobia, la lesbofobia e la bifobia.…

5 agosto 2020

Legge Zan oggi alla Camera: la Lega presenta l’eccezione di costituzionalità

Sta per iniziare alla Camera dei Deputati la discussione sulla legge Zan contro le discriminazioni…

3 agosto 2020

L’Atlantide della memoria: “Città sommersa” di Marta Barone

Nella letteratura italiana di oggi si stia tracciando un filone ibrido tra memoria, autobiografia e…

1 agosto 2020

Stonewall 50… in Poi: torna il festival Lgbt+ a Palazzolo Acreide

Torna il festival arcobaleno degli Iblei, l'11 agosto a Palazzolo Acreide in provincia di Siracusa.

31 luglio 2020

Guardami, nasce la campagna social per raccontare la comunità T

Dai moti di Stonewall a oggi ci hanno sempre mess* da parte, hanno sempre scelto…

31 luglio 2020

Quel dolore impigliato tra le pieghe del cuore: lettera a una madre

«Tante cose che prima non capivo, le ho capite soltanto diventando genitore anch'io».

31 luglio 2020