Categorie: News

Steam diventa il primo gamestore online che introduce l’etichetta LGBTQ+

Nel mese dedicato al pride, Steam, il più importante negozio online di videogiochi di proprietà della software house Valve, introduce ufficialmente l’etichetta ‘LGBTQ+’ tra quelle disponibili per marcare i giochi presenti sul suo store.

Orientarsi e fare comunità

Il sistema di classificazione di Steam fa ampio uso di questi tag per aiutare il videogiocatore a orientarsi tra le migliaia di giochi disponibili e suggerirgli giochi che potenzialmente possono essere di suo interesse basandosi sui suoi gusti. L’inserimento dell’etichetta LGBTQ+ punta quindi a identificare quei videogiochi che parlano di tematiche legate al mondo omosessuale e transessuale o che presentano meccaniche aperte a questi mondi.

La decisione dopo le proteste di un gamer

Come ad esempio la possibilità di creare e interpretare un personaggio gay o transessuale. Nei giorni scorsi sui forum di Steam lo sviluppatore di alcune avventure grafiche si era ufficialmente lamentato dell’assenza di questo tag. Soprattutto nel caso di piccole produzioni indipendenti, può avere un impatto rilevante nella visibilità che il videogame ottiene nella comunità di giocatori. Al momento su Steam sono stati taggati oltre 100 giochi con l’etichetta LGBTQ+, tra cui anche alcuni simulatori di appuntamento. Qui si può trovare una pagina dedicata alla nuova etichetta

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

“Non si può evitare di dire la verità quando si scrive”: in memoria di Delia Vaccarello

«Devi credere in quello che senti, vatti a prendere l’amore che ti aspetti. Non vista…

27 settembre 2020

Gabriel Garko, un coming out al momento opportuno che arriva al target giusto

Cosa ci insegna il coming out del famoso attore al Grande Fratello Vip.

26 settembre 2020

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020