Categorie: News

Silvana De Mari rinviata a giudizio per diffamazione contro il Circolo Mieli di Roma

Il Gup del Tribunale di Torino, Michele Toppino ha disposto il rinvio a giudizio per Silvana De Mari. La dottoressa e scrittrice di fantasy che aveva pronunciato frasi che il Circolo di Cultura Mario Mieli di Roma ha giudicato diffamatorie verso l’associazione e verso i suoi soci. Per questo, aveva querelato De Mari che ora dovrà rispondere di “diffamazione aggravata e continuata”.

Il rinvio a giudizio

Oggi, durante l’udienza preliminare, il gup ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio il che significa che si apre il processo a carico della dottoressa torinese.
Come anticipato ieri da Gaypost.it, a rappresentare il circolo in aula c’era l’avvocato Michele Potè di Rete Lenford.
Oltre al rinvio a giudizio, è stata fissata la data della prossima udienza: il 21 marzo 2019.

I fatti

In un’intervista rilasciata al quotidiano “La Croce” diretto da Mario Adinolfi, De Mari aveva dichiarato: “Il circolo lgbt di Roma è intitolato a Mario Mieli, cantore di pedofili, necrofilia e coprofagia. Posso assumere che tutti gli iscritti provino simpatia per queste pratiche? O che almeno non ne provino nausea? Posso?”.
Davanti a queste affermazioni, l’associazione romana aveva deciso di delegare i propri legali per procedere contro la dottoressa. “Non permetteremo che la grande storia della nostra Associazione sia infangata dalle posizioni estremiste e calunniatrici della De Mari” aveva dichiarato il circolo. Poi la querela.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

La poesia che chiede: “La domanda della sete” di Chandra Livia Candiani

La recensione di Erica Donzella a "La domanda della sete", opera poetica pubblicata per Einaudi.

21 novembre 2020

TDoR 2020: 350 persone trans uccise nell’ultimo anno. E il Covid-19 ha peggiorato la situazione

In occasione della Giornata Internazionale della Memoria delle persone Trans (TDoR) che si celebra ogni…

20 novembre 2020

Catania, strada intitolata a Don Benzi: Arcigay insorge, al via la petizione on line

Su All Out la petizione di Arcigay Catania, contro l'intitolazione della strada al prete omofobo.

19 novembre 2020

Decreto sicurezza: mai più migranti lgbt+ respinti se arrivano da paesi omofobi

I migranti che nel loro paese rischiano persecuzioni per via del loro orientamento sessuale o…

18 novembre 2020

“Rettore donna” è solo Donatella. E studiate l’italiano, per dio!

Qual è la ragione per cui giornali e opinione pubblica resistono al femminile delle professioni?

15 novembre 2020

Brescia, il Tribunale dice sì: Luisa ha due mamme, nonostante la Cassazione

Il Tribunale di Brescia ha detto sì: la piccola Luisa (nome di fantasia) ha due…

14 novembre 2020