Categorie: NewsStorie

Si rivolgeva al femminile ad un ragazzo trans, insegnante religioso licenziato

Continuava a rivolgersi al femminile ad uno studente trans: per questo, un insegnante della Virginia è stato licenziato.
È accaduto al West Point High School, vicino a Richmond. Lì, Peter Vlaming insegnava francese ai suoi studenti. Tra loro c’era anche uno studente FtM, ovvero, un ragazzo trans nato in un corpo femminile. Questo studente vive la sua quotidianità come qualsiasi altro ragazzo, usa un nome maschile e si aspetta che tutti si rapportino con lui come si sente di essere.
Aspettative disattese proprio dal suo docente che oggi invoca le sue credenze religiose per spiegare il suo atteggiamento transfobico. “Non userò pronomi maschile con una studente ragazza che ora si identifica come ragazzo” ha spiegato Vlaming ai microfoni di ABC News. “Sebbene abbia acconsentito ad usare il nuovo nome maschile, rifiuto [di usare] pronomi femminili” ha chiarito il docente.

Dai richiami al licenziamento

La risoluzione del contratto è stata l’ultimo atto di una vicenda costellata di richiami. “L’amministrazione richiede che io usi i pronomi maschili in ogni contesto scolastico”, ha aggiunto l’insegnante. “Ero stato informato che usare nuovamente pronomi femminili sarebbe stato motivo di licenziamento”.
Gli ammonimenti non sono bastati e, alla fine, in base alle politiche di non discriminazione e anti-molestie dell’istituto, il consiglio scolastico di West Point ha votato all’unanimità per il licenziamento di Vlaming.

Guarda anche: 369 persone trans uccise in un anno: l’Italia seconda in Europa per numero di vittime

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

6 casi di violenza in una settimana: la denuncia di Arcigay Palermo

Una media di un'aggressione al giorno: è urgente intervenire a livello nazionale e locale

23 settembre 2020

Transfobia: insultata e aggredita per anni, trova il coraggio di denunciare

Insultata e aggredita per anni perché donna trans. Questa volta, protagonista dell'ennesimo episodio di transfobia…

17 settembre 2020

Referendum, se vince il sì meno donne in Parlamento e in pericolo i diritti Lgbt+

Più che un taglio di poltrone, un peggioramento concreto della nostra democrazia. Ecco perché.

14 settembre 2020

Insulti omofobi e minacce su Facebook: chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone

Minacce, istigazione alla violenza, diffamazione e apologia di fascismo. Di questo dovranno rispondere 9 persone,…

14 settembre 2020

L’omotransfobia ha ucciso Maria Paola e mandato Ciro in ospedale

Ciro e Maria Paola sono vittime di omotransfobia e misoginia. Non sappiamo molto della loro…

13 settembre 2020

Insulti a coppia gay in viaggio di nozze: lo chef disegna un pene sul piatto

Una brutta sorpresa, per una coppia di uomini in viaggio di nozze in Puglia.

12 settembre 2020