Categorie: NewsOnda Pride

Tutto pronto per il primo Molise Pride: “Le minacce di morte non ci fermano”

Le minacce di morte non fermano il Molise Pride, il primo della regione, previsto per oggi a Campobasso.
In una nota diffusa ieri gli organizzatori hanno fatto sapere di avere ricevuto l’ennesimo messaggio intimidatorio. Questa volta più grave di quelli precedenti.
“Altri cappi al collo sono stati inviati agli organizzatori – si legge sulla pagina Facebook della parata -, ma stavolta la minaccia è diventata ancora più violenta, promettendo di pestare a sangue gli organizzatori fino a spedirli in ospedale”.

Avvisate le forze dell’ordine

La denuncia non è tardata ad arrivare.
“Abbiamo avvisato immediatamente le forze dell’ordine, che sono al nostro fianco – scrivono ancora -, segnalando anche l’episodio all’OSCAD, Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori”.
Poi l’invito alla partecipazione al corteo di oggi, per manifestare solidarietà e prendere posizione contro la violenza e l’omofobia.

Il corteo di oggi

“Ci aspettiamo la solidarietà di tutti e che in piazza scendano quante più persone – si legge ancora nella nota -, perché nessuna minaccia talmente grave è giustificabile. La violenza e la morte non si augurano a nessuno. Durante il Pride ribadiremo che Campobasso non è una città fondata sull’odio, come accade nei paesi in cui l’omosessualità è punita con la pena di morte”.
Il corteo, come dicevamo, è previsto per oggi in contemporanea a quello di Rimini.
La partenza sarà alle 16 da piazza Vincenzo Cuoco, a Campobasso. Madrina del corteo, Vladimir Luxuria.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Inizia il mese dell’orgoglio lgbt+: bruciata bandiera arcobaleno in provincia di Pisa

La bandiera con i colori dell'orgoglio lgbt+ appesa fuori dalla casa di una famiglia arcobaleno…

1 giugno 2020

“Arcilesbica fuori dall’Arci”, la raccolta di firme per l’espulsione dalla federazione

Affermazioni sono lesive della dignità delle persone trans*, secondo i firmatari e le firmatarie.

28 maggio 2020

Matrimonio egualitario in Costa Rica, il paese più felice del mondo

Le nozze per tutti e tutte legali dalla mezzanotte di ieri nel paese centro-americano.

26 maggio 2020

Fico: “Le discriminazioni riguardano tutti: avanti con la legge su omotransfobia”

"Quando si parla di discriminazioni siamo coinvolti tutti e dobbiamo superarle". Così poco fa a…

19 maggio 2020

Ungheria: il Parlamento approva la legge di Orban contro le persone trans

E' ufficiale. In Ungheria il Parlamento ha approvato la proposta del primo ministro Orban di…

19 maggio 2020

“Se Salvini scende in piazza, riorganizziamo i Pride”

Com'è noto, il leader della Lega Salvini ha annunciato una manifestazione per il prossimo 2…

19 maggio 2020