News

Miley Cyrus alle fan: «Non dovete per forza essere gay». E scoppia la polemica

Miley Cyrus è ormai lontana anni luce di tempi in cui interpretava la pop star Hannah Montana e dopo aver lanciato uno dei balli più provocatori degli anni Duemila, il twerking, si è lasciata andare a considerazioni a tinte lesbofobiche sul suo profilo Instagram.

GALEOTTA FU LA STORY

Le esternazioni della cantante americana, che in passato più volte si è dichiarata bisessuale, sono arrivate tramite una video-storia su i suoi profili social. Nel video, rivolgendosi alle sue fan di sesso femminile, Miley Cyrus ha affermato: «Ci sono bravi ragazzi là fuori, non arrendetevi. Non dovete essere gay, ci sono brave persone con il pisello là fuori, dovete solo trovarle”. Non contenta ha rincarato la dose: «Ho sempre pensato di dover essere gay perché credevo che tutti i ragazzi fossero malvagi, ma non è vero. Ci sono brave persone là fuori alle quali è capitato di avere il cazzo».

LE RISPOSTE INDIGNATE E IL CHIARIMENTO

Se il video di Miley Cyrus ha il sapore del «sei lesbica perché non hai trovato l’uomo giusto», le risposte dei fan e della comunità Lgbtq+ non si sono fatte attendere. La cantante, da poco protagonista di un episodio dell’acclamata serie di Black Mirror, ha cercato di mettere una pezza: «Stavo parlando di merda di ragazzi che fanno schifo, ma lasciatemi chiarire, TU non SCEGLI la tua sessualità. Nasci così come sei. È sempre stata una mia priorità proteggere la comunità LGBTQ della quale faccio parte».
La cantante ha in effetti una fondazione, la Happy Hippie, attraverso la quale dà sostegno alla comunità Lgbtq+ e agli homeless.
Scuse accettate? Staremo a vedere. Intanto ha annunciato di essere tornata in studio per un nuovo progetto.

Condividi
Pubblicato da

Articoli recenti

Catania, Comune nega la carriera alias alle persone transgender

Il comune di Catania nega la carriera alias alle persone transgender e non binarie della…

22 Giugno 2024

Ignazio Marino, sei ancora un alleato della comunità LGBTQIA+?

Ce lo ricordiamo tutti, Ignazio Marino, allora sindaco di Roma, che trascrive pubblicamente 16 matrimoni…

12 Giugno 2024

Europee 2024, piccoli passi per garantire il diritto di voto alle persone trans

Come a ogni tornata elettorale, e ciò vale anche per le elezioni europee, molte persone…

8 Giugno 2024

Arriva la saga finale di Sailor Moon: il ritorno delle guerriere “transgender”

Una notizia a lungo aspettata dalla fan base italiana: Sailor Moon torna su Netflix, per…

7 Giugno 2024

Enna Pride, la prima volta della marcia arcobaleno nel centro della Sicilia

Ci sono le prime volte, alcune delle quali lasciano un segno indelebile, e l'Enna Pride…

2 Giugno 2024

Padova: il Tribunale dice sì a 35 certificati con due mamme

Il Tribunale di Padova ha rigettato tutte le impugnazioni degli atti di nascita con due…

5 Marzo 2024